| categoria: Roma e Lazio

Tortosa (Psi) verso la decadenza da consigliere regionale?

Il consigliere regionale del Lazio Oscar Tortosa, capogruppo Psi, va verso la decadenza dal suo seggio, per una questione di ineleggibilità legata alle tardive dimissioni di Tortosa dalla guida dell’Ipab Santa Margherita. Il suo posto dovrebbe essere preso dal primo dei non eletti, Daniele Fichera, che si era rivolto alla magistratura. La vicenda è stata discussa oggi nel corso di una riunione della giunta per le elezioni, alla Pisana. La giunta ha preso atto dell’ordinanza del 3 marzo 2015 della Corte d’Appello di Roma, che ha rigettato la richiesta di sospensione dell’esecutività della sentenza emessa il 3 dicembre 2014 dalla Corte d’Appello di Roma, presentata da Tortosa, sentenza che sostanzialmente confermava l’ineleggibilità del capogruppo socialista. La giunta per le elezioni ha dunque rimesso all’Aula la presa d’atto della cessazione della carica di consigliere. Alla prossima conferenza dei capigruppo, mercoledì 8 alle 14, sarà messa in ordine del giorno la calendarizzazione con cui l’emiciclo prenderà atto della cessazione dalla carica del consigliere Tortosa. Nel frattempo Tortosa ha fatto ricorso in Cassazione, mentre Fichera aveva inviato una diffida al Consiglio. A sollevare il caso, denunciato mesi fa anche dal M5s Lazio, fu il primo dei non eletti Daniele Fichera, che si era rivolto alla magistratura, ottenendo ragione dal Tribunale Civile di Roma il 19 marzo del 2014. Il 26 marzo 2013, inoltre, Fichera aveva presentato una istanza al Consiglio, affinchè la giunta per le elezioni provvedesse alla verifica della eventuale condizione di ineleggibilità di Tortosa, arricchendola due giorni dopo con della documentazione integrativa. Il 13 maggio 2013, era arrivato un parere del Servizio legislativo del Consiglio sulla eleggibilità di Tortosa. «Dall’esame istruttorio della documentazione prodotta dai consiglieri regionali e dagli uffici non risultano cause di ineleggibilità», si legge nella delibera di convalida dell’elezione dei consiglieri del 15 maggio 2013. La magistratura ha però stabilito diversamente

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/Civita, a Bracciano serve ampliamento discarica e impianto
Atac, il nuovo direttore generale è Francesco Micheli. Non sa nulla di trasporti
DEGRADO CAPITALE/ Mutande e calzini stesi alla Domus Aurea. Marino pensa ad altro
Mafia Capitale, Buzzi chiede patteggiamento a 3 anni e 6 mesi
Comunali, liste Pd: "Almeno un terzo di candidati civici". Fi, rebus capolista
Viva la Formula E. Ma la mobilità green è ancora un sogno



wordpress stat