| categoria: Dall'interno

Tragedia nel Padovano, padre uccide la figlia e si suicida

Una tragedia per ora inspiegabile ha sconvolto la comunità di San Giorgio delle Pertiche, in provincia di Padova, dove un uomo di 63 anni, pensionato e vedovo, ha ucciso la figlia 33enne, cameriera, prima di suicidarsi. I due corpi senza vita di Tiziano Gallo e della giovane Alessia sono stati scoperti poco dopo le 20 dal cugino, che abita di fianco, preoccupato perché da un po’ non li vedeva uscire di casa. La donna sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola questa mattina nella sua camera, probabilmente nel sonno. La tragedia si è consumata nella casa di via Magarise dove padre e figlia abitavano dopo la morte, dodici anni fa, della mamma e moglie. Sui motivi ora indagano i carabinieri Cittadella (Padova). Sul posto anche il sindaco del paese, Piergiorgio Prevedello, incapace di dare una motivazione al gesto. «Li conoscevo bene – dice il sindaco che non nasconde la commozione – li conoscevamo tutti. Non so cosa sia successo». L’uomo era un ex assicuratore e per uccidere la figlia che lavorava in un locale a Padova, avrebbe usato una pistola calibro 7,65 regolarmente detenuta. Tiziano Gallo non ha lasciato biglietti. Impossibile quindi per il momento capire le regioni del gesto: gli inquirenti non escludono la possibilità che l’uomo possa avere agito spinto da un raptus.

Ti potrebbero interessare anche:

I commercianti di Napoli sfilano contro il sindaco. De Magistris: c'è di mezzo la camorra
Esami facili a Messina, arrestati ex consigliere provinciale e docente
CALDO/ Moria di pesci in quattro regioni, danni per 50 milioni
Camorra: boss scissionista preso dalla Polizia nel Casertano. Stava guardando il Napoli
La Cassazione annulla la condanna di Del Turco
Autorizza un centro polifunzionale, indagato il sindaco di Norcia. Bufera sui social



wordpress stat