| categoria: sanità Lazio

Ricetta on line, a Viterbo primo giorno. Adesione del 64% dei medici

Nella Asl di Viterbo si lavora alla scomparsa della classica ricetta rossa che viene sostituita da quella on line o dematerializzata. Il progetto pilota è partito oggi e già nel primo giorno ha registrato un grande successo: ha operato con la modalità informatica, rende noto la Regione Lazio, il 64,02% dei medici di medicina generale coinvolti. Su un totale di 239 medici, ben 153 hanno utilizzato la ricetta informatica al posto di quella tradizionale. Anche il circuito delle farmacie ha risposto in modo molto positivo poichè su un totale di 97 esercizi ben 83, cioè l’85,57%, hanno erogato con la ricetta elettronica. La sperimentazione nella Asl della Tuscia durerà un mese per poi essere ampliata in tutte le aziende sanitarie del Lazio. «È un bel risultato – dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – significa che la rete territoriale è pronta ad affrontare questa fase di profondo cambiamento del sistema sanitario regionale. Siamo di fronte ad un passaggio epocale che comporterà in breve tempo la scomparsa della ricetta cartacea sostituendola con quella on line. Questo permetterà grandi risparmi, maggiore efficienza più controlli e abbattimento di sprechi. I primi risultati dicono che medici e farmacisti sono in grado di supportare in modo egregio la Regione nel processo di trasformazione della sanità regionale e questo fa ben sperare».

Ti potrebbero interessare anche:

Zingaretti cambia strategia. Nel Lazio addio alle macroaree sanitarie
Medici di famiglia nei pronto soccorso, Fimmg: "Risparmi per 2,8 milioni di euro"
GEMELLI/Convegno in occasione della VII Giornata mondiale delle malattie rare
DENTISTI/E a Roma sbarca Dentalcoop, 47 sedi in Italia. Alta tecnologia e costi contenuti
La Regione assicura, entro 24 ore saldati tutti i crediti certi ed esigibili dell'Idi
Fondazione S.Lucia, riprende il pressing sulla Regione. Che promette bene e razzola male



wordpress stat