| categoria: In breve

FOCUS/ Varoufakis vede Summers, i consigli del guru Usa

Yanis Varoufakis tesse la sua tela anche Oltreoceano, nella speranza di evitare il peggio per la sua Grecia. A Washington, mentre al Fondo monetario e al G20 si discute della drammatica situazione del suo Paese, vede Barack Obama, Mario Draghi, Jacob Lew e tanti altri. Nella capitale statunitense ci sono in queste ore tutti quelli che contano: ministri delle finanze, governatori centrali, rappresentanti delle istituzioni internazionali. Ma i consigli piu’ preziosi potrebbe averglieli dati un signore di nome Larry Summers, 60 anni, ex segretaio al tesoro americano con Bill Clinton. Ma soprattutto l’uomo che negli anni piu’ bui della crisi finanziaria, dopo il crack di Lehman Brothers, ha dettato le politiche economiche della Casa Bianca, alla guida del National Economic Council. Quelle politiche che hanno permesso all’America di Obama di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della recessione e di gettare le basi per la ripresa. Dunque, chi meglio di lui per dare indicazioni utili al piu’ importante ministro del governo di Alexis Tsipras? Varoufakis lo incontra al Park Hyatt Hotel di Washington, sulle poltroncine della ?Blue Duck Tavern?. Un colloquio molto informale, a base di vino rosso e qualche stuzzichino. Una chiacchierata che dura quasi due ore, in cui il ministro greco parla, spiega con fare a tratti appassionato, ascoltando con grande attenzione il suo interlocutore. Tra un sorso e l’altro, va in scena innanzitutto uno scambio di opinioni tra economisti: Summers ? che fu anche ad un passo dalla presidenza della Fed per guidare il dopo Bernanke – oggi e’ professore emerito di Harward; il ministro greco ha insegnato economia in diverse universita’ tra cui quella di Austin, in Texas . Al termine tra i due un abbraccio e una stretta di mano calorosa. Inrociamo Varoufakis mentre si appresta a lasciare il locale e lo salutiamo, chiedendogli se l’intricata matassa che vede la Grecia di nuovo sull’orlo della bancarotta alla fine sara’ sbrogliata «Spero di si’ – risponde sorridente – stiamo lavorando per questo». «Dobbiamo salvare tutta l’Europa, in particolare i Paesi del Meditterraneo», spiega. «Del resto anche voi eravate nei guai fino a qualche tempo fa come lo siamo noi adesso», azzarda poi riferendosi all’Italia. Ma quando gli si chiede se e’ ottimista per un accordo finale con l’Europa e con il Fondo monetario internazionale, accordo che eviterebbe il default di Atene, si fa piu’ serio, e si lascia andare quasi a uno sfogo: «Non del tutto ottimista», risponde. «Con la Germania devi sempre vedere…. Sono capaci di far saltare tutto». Anche Summers non si sbilancia. «Vedremo, non lo so», dice salutando. «Good night and good luck minister Varoufakis». «Arrivederci», ci risponde in italiano.

Ti potrebbero interessare anche:

Gramazio delegato del sindaco Alemanno per la sanità
Folla in delirio nei vicoli di Napoli per Sofia Loren
Immigrati, 350 in due barconi a Siracusa. Donna partorisce a bordo
Non mandano figli a scuola, venti genitori denunciati in Calabria
Gucci su Acropoli di Atene? No da Grecia
MILANO: SI SALVA DA STUPRO SUONANDO IL CLACSON, ARRESTATO AGGRESSORE



wordpress stat