| categoria: Musica

Nek, grazie alla fede controllo il mio ego

Ha la forza serena di chi è al settimo cielo ma mantiene i piedi per terra. Per Nek è un momento d’oro: è arrivato secondo a Sanremo ma è come se avesse vinto il Festival. Mentre il singolo ‘Fatti avanti amore’ e l’album ‘Prima di parlare’ sono ai vertici delle classifiche, si prepara a partire per una tournée che, dopo l’Italia, lo porterà in Europa e in Sud America, dove spopolò nel ’97 con ‘Laura non c’è’.

“E’ un momento bellissimo, che sto vivendo appieno. Me lo sto godendo come non ho mai fatto prima”, racconta all’ANSA Filippo Neviani Nek, da poco anche papà di una bambina. Lo aiuta anche la fede perchè, spiega, “sto facendo un percorso personale che mi aiuta a mantenere bilanciato il mio ego e a vivere anche la musica con serenità. La fede mi aiuta a prendere le cose diversamente e a fare in modo che le situazioni negative non prendano il sopravvento”. Se gli si fa notare che un artista è per sua natura egocentrico, Nek risponde: “E’ vero. L’ego è l’ombra, ma l’importante è che l’ombra non arrivi mai prima della persona”.

Difficile non perdere la testa quando la gente fa pazzie al tuo arrivo. Ma lui, che vanta oltre 8 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, sembra lo stesso ragazzo di Sassuolo che, con gli occhioni blu e i Police nel cuore, circa 30 anni fa si affacciava sul mondo della musica.

Dopo la nuova partenza da Sanremo è tornato “nel tritacarne” ma la considera “una fortuna”. Viaggia, suona, scrive e ascolta musica. “E’ questa – dice – la vita che voglio”. Al Festival è tornato perchè aveva “qualcosa da dire”. Oltre al secondo gradino del podio (dietro al trio Il Volo) ha conquistato il Premio Sala Stampa Radio-Tv Lucio Dalla, il Premio come Miglior Arrangiamento, il Premio Speciale per la canzone più radiofonica e anche il riconoscimento per la migliore Cover con la sua interpretazione di ‘Se telefonando’. ‘Fatti avanti amore’ ha fatto breccia anche nel pubblico più giovane. “Tutti cantano questa canzone, anche i bambini”, sorride il cantautore, che cita ‘Credere amare resistere’, ‘Io ricomincerei’ e ‘Prima di parlare’ tra i pezzi che la gente sta amando di più, oltre alla cover di ‘Se telefonando’ che è una pietra miliare della storia della musica italiana ma che, in questa nuova versione, Nek ha fatto veramente sua. Il concerto che sta preparando, di cui ha dato una mini anteprima live nell’auditorium di Rds a Roma, “si muoverà tra il vecchio e il nuovo Nek, ma soprattutto – conclude – sarà ricco

Ti potrebbero interessare anche:

Torna Morrissey e conquista Roma
MUSICA/ De Gregori, la sua storia in nuovi arrangiamenti
Take That, presente e non passato in concerto a Milano
Al Teatro Olimpico torna il festival della canzone romana
Subsonica, 20 anni di carriera: un tour per festeggiare
Sinead O'Connor ritrovata viva. Polizia, è al sicuro



wordpress stat