| categoria: turismo

Dall’Alsazia alla Bretagna, novità del turismo francese

L’Alsazia punta sulla cultura e sul millenario della cattedrale di Strasburgo. La Bretagna diventa più vicina all’Italia con il nuovo volo Roma-Rennes e si divide tra dinamismo culturale, ristoranti trendy e le ben note spettacolari coste. Mont-Saint-Michel ritrova la sua magia e vede la conclusione di 10 anni di lavori per preservare la baia e diventare accessibile a ogni tipo di pubblico. Sono alcune delle tantissime novità che attendono i visitatori della Francia. E per chi non si può muovere ma sogna la gastronomia e i paesaggi indimenticabili di questo Paese fino al 15 maggio a Roma all’hotel Sofitel Villa Borghese c’è la mostra fotografica Gout de/Good France organizzata da Atout France per presentare in modo inedito luoghi e sapori.

Ma per chi può partire ci sono opportunità per tutti. A Parigi una chicca per grandi e piccoli: dopo oltre 3 anni di lavori ha riaperto il Parco Zoologico. Una struttura totalmente rinnovata, che immerge i visitatori nell’ambiente naturale degli animali: la savana e la piana del Sahel-Sudan, le coste rocciose e la pampa della Patagonia, le grandi foreste di conifere d’Europa, i climi tropicali della Guyana e del Madagascar.

Grandi novità anche tra i monumenti nazionali (dall’abbazia di Mont-Saint-Michel all’Arco di Trionfo), che accolgono ogni anno oltre 9 milioni di visitatori. Il 13 giugno riapre Villa Cavrois, capolavoro dell’architettura moderna di Robert Mallet-Stevens. Altro monumento del XX secolo, Villa Savoye vedrà una programmazione dedicata a Le Corbusier in occasione del 50/o anniversario della morte. Infine il completamento del restauro della Sainte-Chapelle, la riapertura dell’Hôtel de Sade a Saint-Rémy-de-Provence e l’ingresso al Pantheon il 27 maggio 2015 delle ceneri di Germaine Tillion, Geneviève de Gaulle, Pierre Brossolette e Jean Zay, accompagnati dalla mostra “Quattro vite nella Resistenza”.

Nella Valle della Loira è l’anno di Francesco I che vede celebrazioni in quasi tutti i castelli e la “visita-tablet” al Castello di Chambord , con ricostruzioni in 3D di stanze o dettagli che oggi non esistono più o non sono aperti al pubblico. La Costa Azzurra celebra Napoleone in occasione del Bicentenario dello sbarco a Golfe Juan con itinerari su misura e anche il nuovissimo profumo Napoléon 2015 della profumeria Galimard. Infine chi non si accontenta di Cannes può visitare l’arcipelago delle isole Lérins: un angolo di paradiso, fra le baie selvagge e i sentieri sul mare di Sainte Marguerite (dove è stato girato il film La maschera di ferro) e Saint Honorat (dove si può assaggiare il vino a km 0 prodotto dai monaci che la abitano).

Ti potrebbero interessare anche:

Wedding Tourism, un affaire da 350 milioni
Boom di presenze a Villa Carlotta nel Comasco
Rafting sul Sesia tra adrenalina e avventura
Comacchio e la sua valle, tra cibo, canti, balli e racconti
Mercatini originali, magico Alto Adige tra l'arte e l'elefante Soliman
Cortina e Asiago, Federalberghi: «si potrà sciare fino a maggio»



wordpress stat