| categoria: Roma e Lazio

Luci da oscar abbracciano i Fori Imperiali by night

Un’illuminazione da Oscar per i Fori Imperiali, uno spettacolo in notturna, un Natale di Roma festeggiato tra arte e storia. Questa sera le luci artistiche disegnate dal premio Oscar Vittorio Storaro e da sua figlia, l’architetto Francesca Storaro, hanno debuttato nel cuore di Roma. L’attesissima accensione, che farà rivivere l’area archeologica anche in notturna, ha preso il via intorno alle 20.30 dal Foro di Nerva, per poi arrivare al Foro di Augusto e di Traiano. «È un sogno che si avvera – il commento di Marino -. Vedere questo spazio al buio dava la morte al cuore, perchè è uno spazio archeologico che abbiamo solo noi in tutto il pianeta». All’inaugurazione anche il ministro della Cultura Dario Franceschini che non ha esitato ad affermare: «È davvero una cosa straordinaria quello che ha fatto il Comune di Roma, questo lavoro rende l’area archeologica centrale di Roma una cosa meravigliosa dove fare una passeggiata unica, nella via dei Fori Imperiali pedonale. È davvero importante che avvenga nella serata che conclude così un giorno molto importante, storico, in cui abbiamo firmato l’accordo tra Mibact e Comune di Roma che porterà a una gestione finalmente unica dopo decenni di incomunicabilità». Il progetto di illuminazione permanente ha avuto il supporto tecnico di Acea, con la presidente Catia Tomasetti che ha spiegato: «I fondi investiti nel progetto derivano da risparmi fattibili». E tra le migliaia di cittadini presenti in strada per ammirare i Fori nella loro nuova veste ‘by night’, l’invito di Vittorio Storaro è stato: «Godete di questa cosa ogni sera». La festa per il Natale di Roma è destinata a non finire qui: «la lunga notte bianca dei Fori Imperiali», come l’ha definita l’assessore alla Cultura di Roma Giovanna Marinelli, continuerà almeno fino al 24 di aprile quando lo spettacolo di luci e narrazione storica di Piero Angela e Paco Lanciano debutterà anche al Foro di Cesare. Lo stesso giorno verranno svelate le prime due colonne del quadripartivo che circondava il Tempio della Pace, rimesse in piedi grazie alla tecnica dell’anastilosi. «Un donatore russo ha accettato di dare alla città 2 milioni di euro, con cui innalzeremo due ordine di colonne nei pressi della colonna di Traiano. Anche in questo caso – l’annuncio del sindaco – chiederemo a Vittorio Storaro di aiutarci con le luci». Quanto alla Colonna Traiana, Marino ha concluso con una battuta: «Così, la notte, non l’ha vista neanche l’Imperatore Traiano, con questi dettagli evidenziati dalla luce a led».

Ti potrebbero interessare anche:

Dal 15 giugno Italo sbarca alla stazione Termini
Teatro Eliseo, la gestione a Barbareschi, che promette.: "Lo riaprirò"
Rogo Pomezia, Lorenzin: "Non c'è presenza di amianto nell'aria"
Atac, controlli e vigilantes sui bus
Mondo di mezzo, chiesto processo per 21: c'è anche Carminati. A nessuno contestata associazione mafi...
Torna la domenica ecologica il 13 gennaio



wordpress stat