| categoria: Senza categoria

OSTIA/ La Roma-Lido ai francesi? Il Pd punta i piedi, la deve prendere Roma Capitale

La ferrovia Roma-Lido fu inaugurata l’11 Agosto 1924 e gestita dalle Ferrovie dello Stato. Nel 1998 la Roma – Lido insieme alla Roma – Viterbo – Pietralata furono assegnate alla Regione Lazio affidando la gestione e il servizio ad ATAC per conto di Roma Capitale creando una situazione anomala alla base di tutti i problemi della linea. La linea è lunga 28,791 Km, con 13 fra fermate e stazioni, 12 treni in esercizio nelle ore di punta e una frequenza di 8 minuti, percorre l’intera tratta in 37 minuti trasportando giornalmente da 60.000 a 90.000 passeggeri. Sulla linea sono in servizio 42 macchinisti e 41 capotreni con costi molto alti del personale. Se fosse trasformata in Metropolitana di superficie non servirebbero più i capotreni, realizzando un notevole risparmio nella gestione. “E’ la linea di trasporto pubblico più “ricca” di Roma e la trasformazione in Metro con una frequenza di tre/ quattro minuti indurrebbe molti “pendolari” a usare la Metro anziché l’auto, come avviene oggi a causa l’inefficienza del servizio, alleggerendo il traffico sulla Via del Mare” , dice il Consigliere Athos De Luca, membro della Commissione Mobilità. “I maggiori lavori per trasformare Roma–Lido in una Metropolitana di superficie – continua De Luca – sono le banchine di evacuazione laterali, nuovi treni, potenziamento della rete elettrica. Molti esperti stimano in un centinaio di milioni di euro i costi della trasformazione che risolverebbe un problema storico di Roma. Tuttavia c’è un nodo politico da sciogliere con la Regione che è in trattativa per cedere la Roma–Lido ai francesi, una operazione che vale 437 milioni più un canone annuo di 19 milioni”. “Roma Capitale – prosegue il rappresentante del PD – per dimostrare il suo interesse, con 50 milioni ha inserito la Roma–Lido nei progetti di pubblico interesse necessari alla realizzazione dello Stadio della Roma.Tutto il PD e la maggioranza in Campidoglio, compreso l’Assessore alla Mobilità, vogliono convincere la Regione a non cedere la linea ai francesi ma a Roma Capitale, che mettendola in efficienza risolverebbe un problema annoso, causa di continue proteste dalla cittadinanza e ne ricaverebbe anche importanti introiti in ragione dell’alto numero di passeggeri destinati a crescere con la trasformazione in Metro”.
Il PD ha presentato una mozione in Aula Giulio Cesare, sottoscritta da tutta la Maggioranza che impegna Sindaco e Giunta nei confronti della Regione, onde evitare una operazione finanziaria che indebolirebbe ATAC

Ti potrebbero interessare anche:

Processo Scazzi, rifiutata l'astensione dei giudici. Il processo va avanti
Cavani addio, il Napoli vuole consolarsi con Dzeko
All'Inpdap emolumenti esentasse? Indaga la Corte dei Conti
VITERBO/ Accoltella giovane e buttafuori in discoteca, arrestato
Italiani a Londra. Adesso cosa succede?
Guerra a colpi di facebook tra Conte e Salvini



wordpress stat