| categoria: politica

Appello al sociale di Della Valle con “Noi italiani”

L’imprenditore Diego Della Valle ha anticipato oggi a Milano alcuni tratti di quella che sarà l’iniziativa ‘Noi italianì, questo il nome, destinata a svolgere un ruolo di primo piano nel Paese con interventi nel sociale, coinvolgendo tutti quelli che vogliano partecipare, ma soprattutto imprenditori e classe dirigente. «Noi italiani non è un partito politico ma un’associazione che deve stimolare tutti quanti quelli che hanno voglia di fare il bene del Paese», ha detto Della Valle in un incontro ristretto a Milano per l’inaugurazione della mostra fotografica al Pac, con 300 opere di David Bailey esposte. «È un incitamento ad amici e colleghi a mettersi a disposizione», ha segnalato il presidente della Tod’s ripetendo più volte che l’iniziativa non è di carattere politico e che verrà presentata più nel dettaglio «tra pochi mesi». Ancora da definire, ha spiegato, se avrà la natura di associazione o fondazione. Quanto alle disponibilità finanziarie dell’iniziativa, secondo Della Valle, ‘Noi italianì saprà attivare quanto basta a un mondo di molta gente abituata a fare tanto con poco. «Mi auguro di trascinarmi dietro tanti imprenditori, tanta gente», ha aggiunto Della Valle indicando come aree di intervento «salute, sicurezza, lavoro e istruzione».
All’inaugurazione della mostra con le foto di Bailey era presente un nutrito parterre. Oltre a Diego Della Valle e al fratello Andrea, sono intervenuti tra gli altri il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il sovrintendente della Scala Alexander Pereira, esponenti del mondo dell’editoria come Inge Feltrinelli, Carlo Rossella e Alessandro Sallusti, e l’ad di Mediaset Giuliano Adreani, del mondo della finanza come Raffaele Agrusti, Claudio Calabi e Claudio Sposito, oltre al banchiere Gerardo Braggiotti. Quest’ultimo ha declinato le domande di attualità con una battuta: è contento di essere stato nominato nel cda Rcs?, gli è stato chiesto: «Sono più contento di essere nel cda dell’Inter», ha scherzato. Tra gli altri presenti anche l’ex sindaco di Milano Letizia Moratti con il marito Gianmarco. Come riferimento all’iniziativa di Della Valle va ricordato che da tempo il gruppo Tod’s ha destinato l’1% dell’utile netto al territorio delle Marche. «Dobbiamo ormai considerare le imprese come socialmente responsabili – ha detto Della Valle – c’è bisogno di serietà». L’imprenditore ha poi detto che «non è importante quale sia il piano normativo, l’importante è iniziare ad agire presto». Quando l’iniziativa verrà annunciata «ci saranno quattro frasi che rappresentano l’iniziativa e tanti esempi, tra qualche mese la presenteremo», ha detto Della Valle sottolineando che «la solidarietà non è nè di destra nè di sinistra».

Ti potrebbero interessare anche:

Impeachment Napolitano, per Letta atto grave, fuori da regole
PRIMO MAGGIO/ Renzi: "Per il lavoro servono credito più facile e meno burocrazia"
Ridisegnato il bonuns bebè, Ncd scalda la polemica sulla social card
BANCHE/ Indennizzi, incontro Nicastro-risparmiatori
Terremoto in Sicilia: Crocetta indagato, omissione di atti d'ufficio
Scontro Anm-Salvini: 'Il ministro rischia di alimentare il clima di odio'



wordpress stat