| categoria: Musica

Chiara debutta a Bologna con tour “Straordinario 2015”

La cantante padovana Chiara Galiazzo ha inaugurato questa sera al Teatro Duse di Bologna lo ‘Straordinario tour 2015’, che la porterà in giro per l’Italia fino al 23 maggio a promuovere l’ultimo album ‘Uno straordinario giorno di sole’. Ancora fresca del successo ottenuto alla 65ma edizione del Festival di Sanremo, dove si è classificata 5a tra i ‘Big’ con la canzone ‘Straordinario’, l’interprete dalla voce soul che ha affascinato il poliedrico musicista Morgan e il pubblico di X-Factor, e che le è valsa la vittoria dell’edizione 2012 del talent show più seguito in Italia, ha già conquistato pubblico e critica due anni fa con ‘Il futuro che sarà’ e ‘L’esperienza dell’amore’, entrambe in scaletta. Sul palco, la timidezza dell’inizio ha lasciato presto spazio alla grinta vocale di Chiara, che si insinua tra graffiate tonalità rhythm and blues e increspature rock alternate a venature vagamente jazz. Era un pubblico fatto per lo più di giovanissimi quello che questa sera occupava le poltrone del Duse, anche se non mancavano appassionati con alle spalle qualche luna in più e la t-shirt della cantante indossata sotto il golfino. Tra un brano e l’altro, Chiara ha scherzato con i fan e parlato delle sue canzoni più autobiografiche, tra cui ‘Nomade’, ‘Un giorno di sole’, ‘Il meglio che puoi dare’ (da lei stessa definita «il manifesto del mio ultimo album») e ‘Mille passi’, che nel disco d’esordio è cantata a due voci con Fiorella Mannoia. I testi dei suoi brani portano spesso la firma di alcuni dei nomi più conosciuti della musica italiana, da Eros Ramazzotti a Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino, Francesco Bianconi dei Baustelle e Dente. Nel corso della performance non sono mancate le hit ‘internazionali’ come ‘Stardust’, esperienza condivisa con Mika – tra le più applaudite della serata – e ‘Titanium’, gradevole rilettura di un pezzo del dj David Guetta. All’attacco di ‘Straordinario’, i giovanissimi fan di Chiara hanno sollevato in aria cartelli con scritte le lettere che compongono il titolo della canzone. Tra una sezione e l’altra del concerto, Chiara si è anche concessa una parentesi ‘unplugged’ durante la quale, accompagnata solo da pianoforte, chitarra e viola – e seduta su una vecchia poltrona a fiori – ha regalato un’intima versione di ‘Teadrop’ dei Massive Attack. Sul finire, al suono delle note di ‘Vieni con me’, il pubblico delle prime file ha abbandonato i posti a sedere ammassandosi sotto il palco per cantare assieme all’artista. Tra i bis, l’acclamata cover di ‘Over The Rainbow’, riproposta in solitaria tra gli applausi del pubblico che si è improvvisato corista.

Ti potrebbero interessare anche:

The Who, una leggenda che dura da 50 anni
Adele, Hello da record. 1,11 milioni di download in una settimana
Spritz for five, esce Ep solo voci, senza strumenti
X FACTOR, IL QUINTO LIVE ELIMINA CATERINA
MARIO LAVEZZI FESTEGGIA 50 ANNI DI CARRIERA
MARY G DA OGGI ONLINE IL VIDEO DI “FORSE”



wordpress stat