| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Gabrielli, linea dura per i roghi in campi rom. Scioglimento del Comune per mafia? C’è tempo

Il prefetto sceriffo, l’ha definito qualcuno, certo è che Franco Gabrielli ha un passo diverso rispetto al suo predecessore. Si muove deciso sul territorio, è pragmatico, ha un compito difficile davanti. «Per contrastare il fenomeno dei roghi che vengono accesi nei campi Rom dobbiamo applicare la normativa prevista per la Terra dei fuochi». Così Gabrielli intervenendo al Consiglio del I Municipio. «I Rom non sono un problema di carattere etnico – ha premesso Gabrielli -, ma non possiamo tollerare i comportamenti fuorilegge. Sono fondamentalmente un ‘liberal’, ma certi comportamenti non possono essere contrabbandati come espressione di un’identità». Il decreto legge sulla Terra dei Fuochi – convertito in normativa nel febbraio 2014 -, scaturito dall’emergenza per i roghi di rifiuti in Campania, introduce il reato di combustione di rifiuti depositati in aree non destinate a discarica. «Se dovessi decidere di proporre al ministro dell’Interno lo scioglimento dell’amministrazione di Roma Capitale sono consapevole che una parte sarà contenta e un’altra scontenta. Sarà difficile accontentare tutti». Così il prefetto di Roma Franco Gabrielli ha risposto a una domanda sugli accertamenti della prefettura sul Campidoglio legati all’inchiesta Mafia Capitale, dopo aver ricordato che «entro il 15 giugno la Commissione d’accesso dovrà presentarmi la relazione e avrò tempo per la decisione fino al 30 luglio. Passerò un luglio di grande riflessione». Ad accennare all’ipotesi di scioglimento del comune di Roma era stato lo stesso prefetto riferendosi al tour che sta facendo nei municipi. Oggi ha incontrato i rappresentanti del I municipio, quello del centro storico, partecipando alla riunione del consiglio municipale. «Non sono il sindaco ombra di Roma, nè sto facendo alcuna campagna elettorale. Smettiamola con questa logica di bassissima bottega. Mi hanno criticato perchè starei incontrando solo esponenti del Pd. Purtroppo o per fortuna a seconda dei punti di vista ora nei Municipi c’è al governo il Pd. Parlo con tutti, faccio un percorso con i compagni di strada che vogliono esserci. Quando deciderò sullo scioglimento o meno del Consiglio comunale vedremo. Ho tempo fino al 30 luglio, ma nel frattempo me la voglio godere nel rapporto con voi», ha detto rivolto ai partecipanti al Consiglio, tra cui la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, consiglieri, rappresentanti delle forze dell’Ordine e di associazioni di cittadini.

Ti potrebbero interessare anche:

Il "dopo Forlanini", si comincia con il trasferimento di una caserma dei carabinieri?
Ama non smaltisce i contenitori di farmaci scaduti davanti alle farmacie
Lazio: niente neve, piste da sci chiuse. Stagione a rischio?
Depressione, asma, cefalea, l'Aifa ritira tre farmaci
Allarme sui conti di Roma, il governo ​convoca la Raggi?
RIFIUTI/ Quasi un ultimatum dal ministro Costa, o risolvete o ci sarà il commissario



wordpress stat