| categoria: Roma e Lazio

Giallo sulla Fiera di Roma, Marino vuole la testa dell’Ad Paris. Che non se vuole andare

E’ giallo sulla Fiera di Roma. Voci di corridoio sostengono che il sindaco Ignazio Marino avrebbe chiesto le dimissioni di Carlo Paris, amministratore delegato di Investimenti Spa, la società alla quale fa capo la Fiera di Roma, ma Paris avrebbe rifiutato. L’attuale amministratore delegato era stato indicato al vertice di Investimenti proprio dallo stesso Marino, pochi giorni dopo aver annunciato l’intenzione del Campidoglio di uscire dalla società.
Oggetto del contendere sarebbe l’operazione tra Investimenti Spa, Fiera di Roma e Roma Solare, avviata con un accordo nel 2008, per la realizzazione e gestione dell’impianto fotovoltaico di servizio al polo fieristico, operazione poi perfezionata il 29 dicembre dello scorso anno con un “addendum” all’accordo quadro del 2008 in base al quale Investimenti Spa si era impegnata “a costituire in capo a Roma Solare il diritto di superficie sulle aree e coperture sulle quali insiste l’impianto fotovoltaico del polo fieristico, mentre Fiera di Roma si impegnava a trasferire la titolarità delle convenzioni con il Gse (Gestore dei Servizi Energetici Spa, ndr) a favore di Roma Solare. Un “addendum”, quello sottoscritto a fine 2014, quindi poco prima della sua nomina avvenuta il 9 gennaio 2015, sul quale l’ad di Investimenti Spa Carlo Paris ha chiesto di vederci chiaro commissionando a uno studio legale un parere preliminare per verificare eventuali criticità presenti nell’accordo e in particolare se gli impegni assunti da Investimenti Spa e da Fiera di Roma a favore di Roma Solare potessero derivare danni per la stessa Fiera di Roma e per la sua controllante.

Ma l’assessore al Commercio, Marta Leonori, ha smentito le voci secondi cui Marino avrebbe chiesto le dimissioni dell’ad Paris. “Tengo a ricordare però- sottolinea Leonori- che la principale preoccupazione di Roma Capitale è quella di ottenere dall’ad Paris, e dal Cda, un piano industriale per Nuova Fiera di Roma che sia coerente con le indicazioni dell’amministrazione capitolina, con il Piano di rientro e la condizione di concordato preventivo in cui Nuova Fiera di Roma versa a causa del dissesto economico prodotto dal decennio scorso, e con le connesse implicazioni di rigore gestionale e trasparenza. Questo piano industriale non è ancora giunto”. Insomma, se quel piano di rientro non arriverà presto sul tavolo del sindaco le sorti dell’ad Carlo Paris saranno tutte da decidere.

Paris, nei mesi scorsi, aveva rappresentato al presidente di Investimenti Spa Lorenzo Tagliavanti e al collegio sindacale della società le sue perplessità relativamente all’addendum firmato lo scorso dicembre, ravvisando possibili criticità per Fiera di Roma, quindi per Investimenti Spa, derivanti dalla cessione da parte di Fiera di Roma della titolarità delle convenzioni con il Gse a favore di Roma Solare senza alcun corrispettivo, con lo scopo espressamente riconosciuto anche da Roma Solare Srl di tutelare il credito vantato dalla banca – Unicredit – che ha finanziato la realizzazione dell’impianto. Perplessità sulle quali Paris, che aveva ricevuto rassicurazioni dal collegio sindacale, ha chiesto un parere allo studio legale Monaco e associati, il quale ha spiegato che “con riferimento al cambio di titolarità delle convenzioni Gse, non sembra potersi escludere eventuali risvolti di criticità per Fiera di Roma e in definitiva anche per la controllante Investimenti Spa e i suoi soci”. Ricevuto il parere dello studio legale, Paris ne ha messo al corrente i soci di Investimenti Spa. Poi la richiesta di dimissioni da parte del sindaco Marino, alla quale Paris ha opposto un netto rifiuto.

Ti potrebbero interessare anche:

Blitz a Via dell'Anima, gli esercenti protestano: usati metodi fuori luogo
Lo stadio della Roma, respinte dalla Giunta quasi tutte le richieste dei Municipi
Lista Marchini, partita la campagna d'ascolto
Marchini, in campo ma corro con il mio simbolo
Atac, quello strano accordo con i sindacati: aumentano i costi, chi paga?
Parto eccezionale al San Camillo, bimba nasce da mamma colpita da emorragia cerebrale



wordpress stat