| categoria: In breve, Senza categoria

GERMANIA/ Bild lancia la candidatura Gabriel contro la Merkel

La candidatura di Angela Merkel, mai annunciata, è data addirittura per ovvia. E partendo da questa premessa la Bild, oggi, ha lanciato, sul campo avversario, quella di Sigmar Gabriel, il vicecancelliere socialdemocratico. Per il tabloid di Axel Springer, che non cita alcuna fonte, Gabriel sarebbe risoluto a scendere in campo nel 2017 per sfidare la cancelliera di ferro. Il vice dell’SPD Ralf Stegner ha provato a liquidare le «speculazioni mediatiche»: «Ho l’impressione che questo dibattito a due anni e mezzo dalla candidatura sia una enorme assurdità», ha replicato. Bild non aveva già «candidato» Martin Schulz?, hanno commentato alla Willy Brandt Haus. Il titolo di oggi ha strappato, insomma, più di un sorriso nella sede del partito. Una smentita esplicita, comunque, non è arrivata. «Il leader dell’SPD si è deciso: guiderà lui i compagni alle elezioni del 2017, scende in campo come sfidante della cancelliera», ha scritto il giornale più letto dai tedeschi. Nonostante lo scarto dei sondaggi fra Spd al 25% e Unione al 40,5% (secondo i dati cui fa riferimento il tabloid) Gabriel sarebbe «determinato a combattere», scrive Bild. Che cita poi un membro del partito secondo il quale «Sigmar sa di dover assumere personalmente la candidatura alla cancelleria». Dalle pagine dello stesso giornale, del resto, il capogruppo dei socialdemocratici al Bundestag, Oppermann, aveva dichiarato qualche giorno fa di ritenere inevitabile una ricandidatura della Merkel: «Deve farlo, altrimenti l’Unione va giù». Stando a queste interpretazioni, dunque, le prossime elezioni in Germania avrebbero due candidati «naturali»: la cancelliera imbattibile che Cdu e Csu non possono e non sanno sostituire, e il leader del maggior partito di opposizione, che dovrebbe necessariamente impegnarsi nel confronto con la «Mutti» che ha i tedeschi dalla sua parte da anni, dopo il disastro di Peer Steinbruck. Altre fonti che vivono dentro la politica berlinese affermano che Gabriel non si cimenterà nella sfida, se non sarà certo di poterla vincere. E c’è chi non esclude un ripensamento dei socialdemocratici anche sulle alleanze: ci sarebbero toni diversi ultimamente anche con la Linke, con la quale ufficialmente è esclusa ogni collaborazione. Una sconfitta di Frau Merkel, ad ogni modo, sarebbe immaginabile, agli occhi di chi conosce la politica tedesca, soltanto con un chiaro cambio di clima in Germania: quello provocato ad esempio da uno scandalo, o da qualche incidente di percorso. Con questa speranza forse l’opposizione sta cavalcando le ultime rivelazioni sulle responsabilità della cancelleria (e della cancelliera) sul Datagate: informazioni sull’intenzione della NSA statunitense di spiare imprese europee sarebbero state trascurate nel 2008 e nel 2010. E ieri su questo fronte i socialdemocratici hanno alzato parecchio i toni. Proprio contro Frau Merkel.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma, M5S: 'Delibera edilizia decaduta è una vittoria'
Bullismo: in tre provano a far prendere bus sbagliato a ragazza down
CALCIO/ Cellino: 'Sono a pezzi, vendo il Cagliari'
SPAGNA/ Mille migranti cercano di entrare illegalmente a Melilla. Respinti
Scontri Bologna: sono 19 i feriti delle forze dell'ordine
Italia addio. Gli azzurri regalano la semifinale alla Germania



wordpress stat