| categoria: In breve, Senza categoria

Milanesi già in strada a pulire. Pisapia: ci costituiremo parte civile

Hanno già iniziato a ripulire e sistemare da soli, diversi titolari e dipendenti di bar e negozi danneggiati dall’azione dei black bloc. In zona Cadorna, in particolare, sui marciapiedi – con guanti e scope – stanno raccogliendo vetri e spazzatura, riposizionando i cestini dei rifiuti. Intanto, il sindaco Giuliano Pisapia attacca: «Isolare, individuare, punire senza se e senza ma i delinquenti che stanno devastando Milano. Il Comune di Milano si costituirà parte civile visto che sono state fermate, e spero arrestate, delle persone». «Fin d’ora, mobiliteremo tutte le forze per ripulire e sistemare al più presto le zone coinvolte – ha fatto sapere Pisapia – tutti i cittadini devono dare un segnale di civiltà e democrazia, collaborando con noi per riparare i danni provocati da soggetti che possono essere definiti solo idioti, oltre che criminali».
«Pieno sostegno alle forse dell’ordine che stanno fronteggiando a Milano la guerriglia urbana scatenata da imbecilli violenti che devono finire in galera»: così
il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni commenta su twitter quanto accaduto al corteo May Day-No Expo di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Foto choc a Boccea, i maiali immortalati tra l'immondizia
In Umbria la ricetta di "dematerializza"
San Camillo, ancora aggressioni al Pronto Soccorso?
Atac, il 2013 rosso brivido. Meno corse per sopravvivere
ROMA/ Passera, io sindaco? Non poniamo limiti
Tenta di stuprare un'operaia: fermato profugo del Senegal



wordpress stat