| categoria: Dall'interno

Sarah Scazzi, Michele Misseri indagato per autocalunnia

Michele Misseri è indagato per autocalunnia per essersi autoaccusato dell’assassinio della nipote Sarah Scazzi pur sapendosi innocente. È l’opinione della Procura di Taranto che ha chiuso l’inchiesta Scazzi-bis notificando 12 avvisi di conclusione delle indagini. L’uomo è già stato condannato in primo grado a otto anni di carcere per il reato di occultamento di cadavere. Nel corso di quasi cinque anni di inchiesta lo zio di Sarah ha cambiato più volte la sua versione sull’omicidio. Inizialmente confessò di essere stato lui l’assassino, poi ritrattò tutto, infine è tornata a dichiararsi colpevole. Secondo i magistrati lo ha fatto per salvare sua figlia Sabrina e sua moglie Cosima, condannate in primo grado all’ergastolo con l’accusa di omicidio

Ti potrebbero interessare anche:

RICICLAGGIO/ Fiume di denaro alla Cina, pm chiede maxiprocesso
Casapound sfida il divieto, al via raduno nel Milanese
Ancona, arrestati tre siriani con passaporti falso
MALTEMPO/ Valanga uccide due italiani in Svizzera
Quelle migliaia di giornalisti vittime di minacce
Dj Fabo, la Procura chiede l'assoluzione per Cappato



wordpress stat