| categoria: sport

Stangate Uefa per Inter e Roma, maximulte e rose ridotte per le coppe europee

La Uefa ha sanzionato la Roma e l’Inter per il Financial fair play. a pagare subito 6 milioni di euro più altri 14 da pagare con condizionale se non verranno messe in atto le richieste dell’Uefa. La formazione nerazzurra potrà schierare nella prossima lista Uefa, in caso di qualificazione, solo 21 giocatori.
Sei milioni di multa, di cui due da pagare subito (e 4 soggetti a condizionale) e una rosa Uefa ridotta da 25 a 22 giocatori per la prossima stagione: è questa la sanzione inflitta dall’Uefa alla Roma per il mancato rispetto del fair play finanziario. La restrizione della sarà ridotta dalla stagione 2016/17 se i giallorossi rispetteranno i ‘palettì finanziari imposti dalle nuove regole. Per le prossime due stagioni il club giallorosso non dovrà avere un deficit complessivo superiore ai 30 milioni.

«AS Roma e UEFA hanno concluso un accordo transattivo riguardante il rispetto del fair play finanziario – si legge nella nota pubblicata sul sito del club – L’accordo si è reso necessario a causa di una storica deviazione dal requisito del pareggio
di bilancio imposto dall’Uefa, derivante da perdite economiche accumulate in passato nonchè da una difficile situazione finanziaria del club antecedente all’acquisizione da parte dell’attuale proprietà.
L’accordo – prosegue la nota – è il frutto di diversi mesi di dialogo con la Uefa durante i quali sono stati riconosciuti i significativi risultati conseguiti dentro e fuori del campo. L’accordo consente al club di proseguire con fiducia nella realizzazione del proprio business plan strategico, mirato alla crescita in ogni area. AS Roma rinnova il proprio sostegno al Fair Play Finanziario ed è orgogliosa di fungere da modello di nuova gestione nel calcio per le nuove proprietà, in particolare per quelle che acquisiscono club che versano in situazioni difficili».

Nella nota pubblicata sul Nis di Borsa, si legge che «l’accordo transattivo riguarda le stagioni sportive 2015/16, 2016/17 e 2017/18. La Roma si impegna a raggiungere il pareggio di bilancio nel periodo 2017/18 il monitoraggio, impegnandosi altresì a non superare un deficit aggregato di oltre 30 milioni». Inoltre, «la Roma si impegna a pagare fino a 6 milioni, che saranno trattenuti dai guadagni derivanti dalle competizioni Uefa 2014/15. Di questo importo, 2 milioni saranno pagati per intero e trattenuto in tre rate di pari importo. Il pagamento dei residui 4 milioni è subordinato al rispetto delle nuove regole» imposte dal fair play finanziario.
L’Inter dovrà pagare subito la multa di 6 milioni. E questo a prescindere da ricavi e quant’altro. I 14 milioni con la condizionale si riferiscono a obblighi che il club deve adempiere, ovvero: il deficit massimo di 30 milioni nel 2016, il pareggio nel 2017 e il consolidamento per la stagione successiva. In tal senso, se le scadenze saranno rispettate, i 14 milioni saranno condonati. E da quanto riferisce il Ceo nerazzurro Bolingbroke, il tutto sarà rispettato.
Per quel che riguarda la rosa ridotta, si riferisce solo alle Coppe europee (21 giocatori rispetto agli attuali 25) e sarà valida fino al 2016-2107, ovvero due stagioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Fioretto, il dream team azzurro vince a Budapest in coppa del mondo
Pallotta da Marino a parlare di stadio
CALCIO/ Tregua Galliani-Seedorf, Milan unito anti-crisi
PROFILO/ Io, Belloli, dalla banca alla Lega dilettanti
La Lazio rimonta S.Etienne, è la prima eurovittoria
LA ROMA È SPARITA,LEZIONE ATALANTA ALL'OLIMPICO



wordpress stat