| categoria: politica, Senza categoria

PENSIONI/ Obiettivo deficit 2015 resta al 2,6%

«L’Italia rispetterà il programma finanziario indicato nel Def, a cominciare dal deficit, che nel 2015 sarà al 2,6% come indicato nel quadro programmatico». Lo precisano fonti del Mef alla luce delle indiscrezioni sul possibile monitoraggio della Commissione europea sull’impatto sui conti pubblici della sentenza della Consulta sulle pensioni. «Lavoreremo per rispettare sia la sentenza che gli impegni verso i partner europei», spiegano al Tesoro, dove l’attenzione dell’Unione europea nei confronti del nostro Paese è comunque considerata positivamente e parte del normale e continuo scambio con Bruxelles. Il provvedimento che arriverà al prossimo consiglio dei ministri, insistono le fonti, delineerà una soluzione «compatibile con l’obiettivo programmatico del 2,6%».

Ti potrebbero interessare anche:

IL CONFRONTO/ Imu, pressing delle imprese. Letta, giù le tasse per chi assume giovani
MAFIA/ A Roma non è guerra, ma gli omicidi hanno una finalità strategica
ASTE/ Dipinto di Van Gogh venduto a 60 milioni di euro
SCALA/ La sorpresa è Renzi,non ci facciamo chiudere in casa
MANOVRA/ Stop ai fondi per i test solo sulla Sla. Ora allargati alle malattie rare
REDDITO PER 1/4 A CASALINGHE,ANCHE A 120MILA LAUREATI



wordpress stat