| categoria: sanità Lazio

Gruppo Garofalo, una schiarita sui 164 licenziamenti?

Durante l’interlocuzione di questa sera «abbiamo colto un’apertura da parte del gruppo Garofalo, i quali, in base all’esito dell’incontro che avranno domani alle 13 con la Regione, si sono dichiarati pronti ad accogliere la nostra richiesta di revoca della procedura che porterebbe al licenziamento di 164 dipendenti» delle tre case di cura: Aurelia Hospital, Città di Roma e European Hospital. Lo ha detto Giovanni Alfonsi della segreteria della FP Cgil, dopo essere stato ricevuto negli uffici del Gruppo Garofalo, insieme ai rappresentanti di Cisl e Uil e ad una delegazione di lavoratori. «Il gruppo chiede alla Regione delle garanzie in merito alla risoluzione di errori materiali contenuti, a detta loro, negli accreditamenti e la stipula di un accordo che riguardi l’erogazione pregresso». Se l’incontro si rivelasse solo «interlocutorio, invece, chiederemo al gruppo e alla Regione di impegnarsi in un’ulteriore proroga, nelle more della quale continuare un’interlocuzione». In un comunicato congiunto diffuso al termine dell’incontro di oggi, le organizzazione sindacali hanno manifestato «la loro disponibilità a promuovere ogni soluzione possibile per eliminare gli esuberi, utilizzando anche gli ammortizzatori sociali, gli accordi di prossimità ed ogni altra soluzione utile a tal fine, invitando le aziende coinvolte nella procedura di mobilità ad esperire con la Regione tutte le iniziative utili a suddetto scopo. I rappresentanti legali delle aziende coinvolte nella procedura di mobilità dichiarano che le soluzioni proposte dalle organizzazione sindacali purtroppo non appaiono sufficienti a risolvere i problemi alla base degli esuberi – si legge ancora nella nota – essendo a tal fine indispensabile la soluzione da parte della Regione di problematiche da tempo sul tappeto; si augurano che l’incontro di domani 14 maggio alle ore 13 con i rappresentanti della Regione possa portare a risolvere almeno in parte le suddette problematiche; in tal caso i rappresentanti legali delle aziende saranno ben lieti di prendere in considerazione le proposte delle organizzazioni sindacali».

Ti potrebbero interessare anche:

Regione, vitalizi addio per i consiglieri regionali
A Roma "Farmacistapiù", tre giorni di incontri per cercare un'uscita dalla crisi
Federfarma: “Allarme sicurezza di notte: 10 furti in 8 mesi”
Il S.Andrea e l'appello della Siclari: la paziente ha negato il consenso ad alcuni accertamenti rite...
SERVIZI/ Hiv/Aids, iniziativa a Latina “Sieropositivo ma non infettivo”.Arriva il contest contro i ...
ASL ROMA 4/ Neo-mamme positive al Covid. La polemica e la replica dell'Azienda



wordpress stat