| categoria: In breve

Messico, violentissima sparatoria tra narcos e polizia: almeno 43 morti

Uno scontro violento fra agenti della polizia federale e gruppi armati criminali nei pressi di Tanhuato, a nord dello stato di Michoacan, ha lasciato a terra decine di morti. Il governatore Salvador Jara ha detto che il «bilancio preliminare» dello scontro è di 43 morti, dei quali solo uno è un agente della polizia federale. In una serie di interviste, Jara ha detto che è troppo presto ancora per stabilire un bilancio definitivo dell’episodio, ma ha fornito una prima descrizione sommaria dei fatti.
Secondo il governatore, tutto è iniziato quando agenti federali hanno avvistato e seguito un veicolo sospetto vicino al paesino di Tinaja de Vargas, nel comune di Tanhuato, nel nord dello stato di Michoacan, sulla frontiera con quello di Jalisco. I federali sono stati però attaccati da civili armati – «molto probabilmente» sicari del cartello narco di Jalisco Nueva Generacion, ha detto Vargas – e hanno risposto al fuoco, uccidendo numerosi criminali in una sparatoria durata circa 40 minuti.

Dopo lo scontro, la polizia federale ha arrestato cinque persone e sequestrato un lanciarazzi, una quarantina di armi lunghe, principalmente fucili automatici AK 47 e 15, e abbondanti munizioni

Ti potrebbero interessare anche:

Fiorito, in un libro i miei giorni in carcere
Pochettino nuovo allenatore del Tottenham
Ferita alla testa con un fucile dal compagno vicino Roma, in fin di vita una ragazza
L'AQUIILA, attivata postazione mobile Pet-Tac
Il patron di Esselunga Caprotti batte i figli anche in Tribunale
Cigar box, rinascono a Roma chitarre 'povere' del blues



wordpress stat