| categoria: Senza categoria, sport

Roma, Champions sicura, il derby vale il pass automatico

La Champions League è cosa fatta, adesso però c’è da evitare la pericolosa incognita dei preliminari. La Roma, complice il ko del Napoli in casa della Juventus, si avvicina alla delicata sfida con la Lazio con l’aritmetica certezza di non poter chiudere il campionato al di sotto del terzo posto in classifica, ma sa bene che il derby comunque metterà in palio punti pesantissimi. A sottolinearlo è Keita, in scadenza di contratto ma pronto al rinnovo a fine stagione: «A Roma mi trovo molto bene. Ora sono fermo da alcune settimane per un problema al ginocchio, però spero di esserci lunedì perchè ci giochiamo il secondo posto con la Lazio nel derby – le parole del maliano rilasciate al giornale spagnolo ‘Mundo Deportivò -. Spero che il traguardo della Champions non ci sfugga. Voglio tornare a giocarla, e se possiamo evitare i preliminari sarà molto meglio». Uscire indenne dalla stracittadina, e finire così la stagione alle spalle dei bianconeri, garantirebbe ai giallorossi il lasciapassare diretto per la fase a gironi della massima competizione continentale. Un pass che vale la certezza sia di incassare una pioggia di milioni di euro, con cui muoversi da subito sul mercato, sia di impostare senza ansie il lavoro nel ritiro estivo. Ritiro che intanto la squadra ha cominciato a Trigoria per prepararsi al meglio all’appuntamento di lunedì pomeriggio allo stadio Olimpico. Totti e compagni rimarranno a dormire nel centro sportivo durante il weekend, dividendosi tra allenamenti in campo, fisioterapia, sedute video, e cene di gruppo. Domani, poi, Rudi Garcia si presenterà in conferenza stampa prima della rifinitura, ma dopo aver sentito le parole di Pioli (che incontrerà i giornalisti un’ora prima a Formello), e quindi con la possibilità, in caso, di replicare alle dichiarazioni del collega biancoceleste. Dalle strategie comunicative a quelle tattiche, resta possibile la scelta da parte del tecnico francese del rombo a centrocampo, con l’inserimento di Keita e l’avanzamento di Pjanic a trequartista. In caso di 4-3-3, invece, Totti e Ibarbo partiranno dal primo minuto, mentre Iturbe e Ljajic si contenderanno l’ultima maglia da titolare del tridente offensivo. Ballottaggio anche al centro della difesa, dove uno tra Astori e Yanga-Mbiwa resterà fuori (l’altro giocherà in coppia con Manolas). Sicuro il rientro di Florenzi (da terzino destro), così come l’utilizzo dell’altro romano De Rossi che giocherà il suo 25/o derby della Capitale (per Totti invece sarà il 42/

Ti potrebbero interessare anche:

Brand Finance Football 50: nessun club italiano tra i primi 10 brand calcistici al mondo
Il Cav lavora sul partito e sulla ricucitura con i centristi
Su decreto taglia-esami è scontro Regione-Lorenzin
Unicredit vara il piano: altri 6.500 esuberi, aumento di capitale da 13 miliardi
Ora Zingaretti si occupa del Tevere
Da Caravaggio a Bernini, '600 italiano alla corte di Spagna



wordpress stat