| categoria: Roma e Lazio

La tragedia di Boccea, parla la rom arrestata: eravamo in quattro

Potrebbero essere tre e non più solo due i rom in fuga. I boss di via Cesare Lombroso contro i boss della Monachina, i serbi contro i montenegrini. L’odio e i rancori tra due famiglie di uno stesso clan di nomadi, gli Halilovic, starebbero paradossalmente facilitando la latitanza dei giovani zingari ricercati per l’incidente di mercoledì sera a Primavalle.
Il Tribunale dei Minori ieri ha deciso che la rom diciassettenne che era in macchina con loro resti in carcere con l’accusa di concorso in omicidio volontario. La ragazza ha aggiunto nuovi particolari e adesso prende piede l’ipotesi che sull’auto con lei ci fossero altre tre persone, almeno due delle quali adulti.

Ma chi ha deciso di aiutare i fuggitivi – la polizia è convinta che un aiuto ci sia e che sia potente – avrebbe altro per la testa. I fuggiaschi, pur essendo imparentati, fanno capo a gruppi che si detestano e i gruppi si stanno interrogando.

Quale dei fuggiaschi si consegnerà per primo e che cosa dirà? Ammetterà di essere stato alla guida della macchina che tre giorni fa ha sconvolto la periferia ovest o accuserà l’altro? Le domande, di fronte al corpo straziato di una donna, la filippina Corazon Abordo, 44 anni, travolta e schiacciata come fuscello mentre tornava a casa dopo il lavoro, possono sembrare un’ignominia ma nella logica criminale non lo sono affatto. I nomadi che sarebbero stati a bordo dell’auto di via Mattia Battistini sono in fuga ormai da tre giorni. Ieri ci sono state ricerche nell’alto Lazio e ai confini con l’Umbria, oltre a nuove perquisizioni nei campi della Monachina sull’Aurelia e di via Cesare Lombroso a Monte Mario.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma appartiene ai Rom? Minacce e percorsse: 'Non potete farci niente'
TRASPORTI/ Zingaretti, rimettiamo al centro i diritti dei pendolari
LA DENUNCIA/ Via Newton? Meglio non superare il metro e settanta
Comunali, chiusa la presentazione delle liste: 14 aspiranti sindaci
Indagata per lesioni aggravate la donna che avrebbe ferito un eritreo al Tiburtino III
Atac: Meleo, la Regione taglia in fondi



wordpress stat