| categoria: editoriale, Senza categoria

E adesso resa dei conti nel Pd. Ma al paese chi ci pensa?

E adesso tocca alla resa dei conti nel Pd. Ma al paese chi ci pensa? Renzi ha il suo da fare, punire, cucire, ridimensionare, scusarsi, rammendare. Rottamare, e in un unico arido concetto, pensare a salvare la sua pelle politica e quella del governo, prima ancora di quella del Partito Democratica. Ma non si può pensare che tutta l’Italia possa essere messa in coda, che i problemi del paese possano aspettare altro. Eppure sui media, nei dibattiti politici non si fanno più (ammesso che se ne siamo mai fatti) discorsi di lungo respiro. Il pd non ha vinto, in sostanza, gli altri partiti gongolano ma non determinano e non c’è all’orizzonte un demiurgo che possa prendere per mano la situazione obiettivamente difficile e traghettare il paese su sponde sicure. Passata la sbornia elettorale c’è da tornare a pensare a tante altre cose. Ma il risveglio sembra troppo lungo.

Ti potrebbero interessare anche:

REGIONE/ Perchè Zingaretti continua ad abbandonare Rieti
M5S, Di Battista denuncia: «Lettera con proiettile a Movimento»
Salah, la multa in Veneto e il bancomat: le mosse in Italia del super-ricercato
I 40 ANNI DI TOTTI/ 3 - Classe e ironia, un campione senza tempo
Appalti, arrestato il sindaco di Sperlonga Cusani
COORDINAMENTO FAMIGLIE DISABILI, LEGGE PER IL CAREGIVER È UNA TRUFFA



wordpress stat