| categoria: Roma e Lazio

Roma, rimossi 20 campi nomadi abusivi

Roma - La rimozione di un campo rom abusivo

Abbattuti 20 campi nomadi definiti illegali dal Comune di Roma. «Si è concluso il programma del Municipio IX per l’abbattimento dei 20 insediamenti abusivi che per anni sono stati tollerati nel nostro territorio», ha dichiarato Andrea Santoro, presidente del IX municipio. Gli ultimi interventi di rimozione sono stati eseguiti dal gruppo Eur della Polizia Locale in prossimità dell’area giochi per bambini di via Fiume Giallo e in via Ostiense, vicino alla stazione della Metro Magliana. Prosegue intanto l’attività di monitoraggio su tutto il comprensorio municipale per scongiurare l’insediamento di nuovi campi illegali, «possiamo finalmente dire – ha sottolineato il presidente del municipio – che abbiamo restituito decoro e dignità ai nostri quartieri, aumentando anche le condizioni di sicurezza».

«Il bilancio è di oltre 150 tonnellate di rifiuti e materiali rimossi dalle nostre aree verdi, con 243 persone sgomberate – aggiunge Santoro – Un’operazione che abbiamo concluso in sei settimane di lavoro intensissimo, grazie ad una pianificazione attenta e all’impegno della vicecapo di Gabinetto Rossella Matarazzo, degli agenti del gruppo Eur agli ordini del comandante Fanelli, del Comando Centrale, della Sala Operativa Sociale, di Ama. L’azione di contrasto agli insediamenti abusivi non si ferma: ho disposto un attento monitoraggio del territorio per rimuovere eventuali nuovi insediamenti e ho chiesto la massima attenzione ai comprensori di via del Cappellaccio e di via Ostiense-Pontina, dove Ama rimuoverà i rifiuti che sono stati accumulati. Anche questa mattina, infatti, gli agenti del gruppo sono intervenuti per abbattere due rifugi in queste aree». I 20 insediamenti distrutti si trovavano nelle seguenti località: via Cristoforo Colombo, via Quasimodo, via Fiume Giallo, via Shangay, via Ostiense, Quadrato della Concordia, via Giachino, via Jachino, via del Cappellaccio, via dei Casali di Porta Medaglia, via Marinetti, via Celine, via Cina, in via Dodecaneso, via Pontina diramazione via Colombo, via Cuppari.

Il primo controllo è scattato nel campo rom abusivo di via del Cappellaccio. Gli agenti hanno sgomberato 16 cittadini di nazionalità romena senza fissa dimora. Al termine del servizio sono state identificate circa 200 persone. Di queste, una trentina di cittadini stranieri, non in regola con i documenti di soggiorno, sono stati accompagnati in ufficio per accertamenti, mentre una donna dell’Europa dell’Est sorpresa a prostituirsi in strada è stata denunciata in quanto inottemperante al foglio di via con divieto di ritorno nel Comune di Roma.

Non sono mancati gli arresti per droga. Uno in particolare, effettuato in via Beppe Fenoglio, ha consentito di rinvenire e sequestrare oltre 2 kg di sostanza stupefacente ad un uomo di 60 anni. Sono stati controllati circa 70 autoveicoli. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Marino e il Pd già separati in casa. E la giunta è un rebus
COMMERCIO/ Alfonsi: "Al via sportelli per snellire pratiche"
GAY/ Marino non torna indietro, si punta al ricorso
Tra i candidati del M5S ex consiglieri ma anche forze dell'ordine
SCENARI/ Destra e sinistra, partiti votati all'auto-sabotaggio
ROGHI CASSONETTI E RIFIUTI, DA CENTRO A PERIFERIA



wordpress stat