banner speciale sanremo 2020
| categoria: sport

Berlusconi accelera, il Milan tornerà in alto

Il Milan riparte. Per «riportare la squadra ai fasti del passato» Silvio Berlusconi vuole definire al più presto la cessione del 48% a Bee Taechaubol, tanto da partecipare personalmente a Lugano ad una riunione con un advisor, e promette subito risorse: «Quel che sarà necessario ci sarà». Da Fininvest sono in arrivo 150 milioni di euro e Adriano Galliani si è già mosso, con un blitz in Portogallo per provare a trattare con il Porto l’attaccante colombiano Jackson Martinez e Brahimi, centrocampista franco-algerino nel giro di Doyen Sports, il fondo d’investimenti che fa da advisor sportivo per Taechaubol. Ibrahimovic e Dani Alves sono altri due obiettivi per la squadra di Mihajlovic (per l’ufficialità si attende la separazione da Inzaghi), ma «se si fanno nomi si bruciano, bisogna conservare massima riservatezza», ha tagliato corto Berlusconi che si prende due impegni: «Aiutare l’Italia a uscire dalla crisi e riportare il Milan, una parte del mio cuore, ai fasti e al ruolo che deve avere e ha sempre avuto con me». Intervistato dall’emittente svizzera RSI, l’ex premier ha sottolineato che «il Milan ha vinto l’ultimo campionato solo 3-4 anni fa, i cicli toccano tutte le società. Per quanto riguarda la coppa dei campioni, contro le 2 vinte dalla Juve noi ne abbiamo 7, sopra di noi c’è soltanto il Real Madrid, ma con le coppe vinte negli anni precedenti alla mia entrata in campo». Sembra un’implicita replica al presidente bianconero Agnelli, che fa «fatica a trovare una quadra» alla valutazione da poco meno di 500 milioni di euro per il 48% del Milan pattuita giovedì scorso fra Fininvest e Taechaubol. Quattro giorni dopo l’intesa quadro, Berlusconi (accompagnato da Licia Ronzulli, il consigliere Valentino Valentini e dirigenti di Fininvest) ha partecipato a un incontro (dai risvolti commerciali e fiscali) negli uffici svizzeri della Tax and Finance con Gerardo Segat, advisor di fiducia del broker thailandese. «Il nuovo socio ha voluto che iniziassimo subito il lavoro», ha spiegato l’ex premier che era atteso mille chilometri a sud, ma ha saltato la deposizione (rinviata al 26 giugno) al processo ‘Escort’ di Bari perché – ha spiegato il suo legale al Tribunale – impegnato «personalmente in una complessa trattativa» che si potrebbe chiudere a Lugano con «la firma dell’accordo». Per la chiusura bisogna attendere, ma «cerchiamo di fare molto prima delle 8 settimane» di trattativa esclusiva fra Fininvest e Taechaubol, si è sbilanciato Berlusconi, che nel pomeriggio ad Arcore ha tenuto altre riunioni sulla cessione: «Si può fare. Abbiamo definito tutti i punti rimasti in sospeso, dato la prima lettura al contratto definitivo e possiamo operare sul mercato per il rafforzamento del Milan, la cosa principale per poi commercializzare il brand nei paesi asiatici», e soprattutto in Cina dove «si calcolano addirittura 242 milioni di simpatizzanti del Milan». Ci sono piani per il merchandising e partnership con catene di ristorazione, ha spiegato Berlusconi, «per ricavarne ogni anno dei buoni risultati economici che potranno entrare continuativamente nelle casse del Milan e far sì che possa competere con le grandi squadre che adesso sono protagoniste in Europa e nel mondo». L’obiettivo è soprattutto presentarsi al meglio sul mercato azionario per la quotazione prevista fra 16 mesi sulla Borsa di Hong Kong o Singapore. Intanto domani Barbara Berlusconi saprà se può diventare o meno realtà il suo piano dello stadio al Portello: nel pomeriggio è atteso il giudizio del Comitato esecutivo di Fondazione Fiera Milano, che lo confronterà con altri due progetti di riqualificazione dei padiglioni 1 e 2.

Ti potrebbero interessare anche:

Povero Milan, beffato dall'Atletico Madrid. l'11 marzo il ritorno, partita della vita
La Juve sgretola il Borussia, il sogno della Champions continua
Corsa ai mondiali, buona la prima: Israele-Italia 1-3
Inter, altro euro-disastro, umiliato dallo Sparta
Juventus batte Milan 2-1, decide Dybala su rigore al 95'
SASSUOLO TRE PUNTI D'ORO A VERONA,HELLAS NEL BARATRO



wordpress stat