| categoria: Roma e Lazio

MAFIACAPITALE/ Il Pd risolve tutto con l’aumento della quota della tessera e con maggiori controlli

Il Pd romano mette a punto nuove regole per il tesseramento, che si riaprirà sabato prossimo, anche per combattere il fenomeno degli ‘iscritti-fantasmà emerso nella mappatura dei circoli predisposta dal partito dopo la bufera innescata con l’avvio dell’inchiesta Mafia Capitale. «La validità dell’iscrizione è subordinata all’effettuazione, da parte dell’iscritto, delle procedure di conferma via mail e/o sms», è una delle disposizioni contenuti nella bozza di regolamento di tesseramento in discussione nella direzione del Pd di Roma. «Il costo della tessera per il 2015 è fissato in euro 30 minimo», si legge, ovvero secondo quanto spiegano alcuni iscritti dieci euro in più rispetto al passato. «La quota di adesione è ripartita a metà tra la Federazione ed il Circolo Territoriale – recita la proposta -. Dalla quota di competenza di federazione vengono versate le quote eventualmente spettanti alla Direzione regionale».

Ti potrebbero interessare anche:

L'assessore Cattoi si sfoga su Fb. Io badante? Non ci sto, pretendo rispetto
La giunta Zingaretti lavora solo 37 giorni all'anno. Ma i costi sono alti
I Barbari del calcio devastano il centro di Roma. “Flop sicurezza”
Roma, corsa a due tra Marchini e Bertolaso per il centrodestra
Bus a metano e treni, 151 milioni di euro dalla Regione
Roma, l'oscura malattia dei dipendenti pubblici. Per Inps è da record



wordpress stat