| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Legionella nei rubinetti Acea? La faccenda finisce in Procura

L’attentissimo e documentatissimo Affari Italiani fa l’ennesimo scoop su Roma. Nella sede centrale dell’Acea, meglio nei bagni e nei servizi di piazzale Ostiense, dove migliaia di romani si recano ogni giorno per i loro problemi di acqua e luce, l’Arpa trova evidente tracce del batterio della legionella. Non è cosa da poco, e la notizia corre. La società è il gestore ufficiale dell’acqua della città, come può essere affidabile e sicura se ha i problemi in casa? Acea corre ai ripari ma i sindacati smentiscono la chiusura dei servizi e spediscono il dossier con le prove al procuratore capo Pignatone. Come se nulla fosse, la multiutility romana avrebbe anche fatto finta di niente, infischiandosene della “determinazione comunale” che obbligava l’amministratore delegato, Alberto Irace, alla “chiusura immediata dei servizi igienici e dei punti di erogazione idrica degli uffici, a tutela della salute pubblica fino ad avvenuta bonifica dell’impianto stesso e a ulteriori esiti analitici negativi”. L’Ad di Acea – racconta Affari Italiani – il giorno 13 ha scritto all’Arpa, al Comune e alla Asl, comunicando di aver provveduto alla chiusura di tutti i locali nei quali sono stati effettuati i prelievi e di aver provveduto ad una bonifica, attraverso “l’iperclorazione”. Ma le organizzazioni sindacali smentiscono la chiusura dei servizi e denunciano l’azienda alla Procura della Repubblica. In data 15 giugno è partita una lettera-denuncia nella quale scrivono chiaramente: “… si comunica che, dopo analisi da parte dell’Arpa Lazio dove si evidenziava la presenza di legionella nella sede di piazzale Ostiense, 2, l’erogazione dell’acqua non è stata interrotta e l’utilizzo dei servizi igienici non è stato interdetto”. e chiedono un intervento sollecito in virtù dell’articolo 650 del Codice Penale che prevede “se il fatto non costituisce un più grave reato con l’arresto sino a tre mesi…”. l’Acea glissa, fa finta di niente e tira dritto. L’iperclorazione deve bastare.

Ti potrebbero interessare anche:

IL PERSONAGGIO/ Xi Jinping, principe e nazionalista
CREDITO/ Bankitalia, "contenuto inasprimento" nel secondo semestre
FOCUS/ Odissea il ritorno per turisti inglesi, a bordo anche il M15
MAXI EVASIONE/ Sette ristoranti del centro (unico padrone) avevano una "contabilità occulta
Tumore Neuroendocrino. AL San Camillo-Forlanini nascono Net-Unit e Pdta
RAI1: 'TALE E QUALE SHOW', PRIMO GRAN FINALE DEL VARIETÀ DI CARLO CONTI



wordpress stat