| categoria: politica

SONDAGGI/ Pd a picco, 32%, Grillo vola al 26%. E la Lega è già al 14%

DAL SONDAGGIO condotto nei giorni scorsi da Demos per l’Atlante Politico emerge un Paese deluso. Inseguito dai fantasmi del passato. Assediato “dal mondo”. Matteo Renzi e il suo governo non riescono più a rassicurarlo. E il suo partito, il PD, per questo, arretra vistosamente. Rispetto alle Europee di un anno fa. Ma anche rispetto agli ultimi mesi.
Le stime elettorali lo mostrano in modo esplicito. Il Pd (o il PdR di Renzi, il discorso non cambia), scende al 32%. Quasi 9 punti in meno rispetto alle Europee del maggio 2014. Ma 4 punti in meno anche rispetto al sondaggio dello scorso marzo. Si tratta del dato più basso da un anno a questa parte. Mentre il M5s tocca il livello più alto: il 26%. D’altronde, alle recenti elezioni regionali, dove non aveva mai brillato, ha conseguito un risultato considerevole. Così, Pd e M5s oggi appaiono più vicini. Gli altri seguono molto distanziati. In primo luogo, la Lega di Salvini e Forza Italia, entrambi intorno al 14%. FI, dopo mesi di declino, mostra capacità di “resistenza”, se non di rilancio.

Ti potrebbero interessare anche:

Carceri, via libera al decreto, seimila detenuti in meno in due anni
Il Papa riceve Letta, 30 minuti colloquio
Congressi Pd, guerra di numeri. Cuperlo, siamo in testa. I renziani, numeri falsi
Consulta, ancora fumata nera: Pd e Fi votano scheda bianca
PASQUA AD AMALFI PER GENTILONI, NESSUN INCONTRO, SOLO RELAX
TONINELLI, ISPEZIONE SU A22, GESTIONE TORNERÀ PUBBLICA



wordpress stat