| categoria: sanità

Brescia, maxi-truffa trasporto dializzati: “Due milioni di Km rimborsati e mai percorsi”

Ammontano a quasi 1,5 milioni di euro i rimborsi ‘gonfiati’ di 24 associazione di volontariato finite al centro di un’inchiesta della Procura di Brescia che ha fatto luce su una maxi truffa sul trasporto in ambulanza dei dializzati. Sono 32 gli indagati, i rappresentanti legali delle associazioni, che devono rispondere di truffa aggravata e falsità ideologica, oltre al direttore generale e al direttore sanitario dell’asl di Brescia. Questi ultimi devono rispondere di abuso d’ufficio perché “i vertici dell’Asl hanno applicato normative diverse rispetto a quelle stabilite da Regione Lombardia”, come ha spiegato il comandante della guardia di finanza di Brescia, Giuseppe Arbore.
Sarebbero oltre due milioni i chilometri mai percorsi per i quali le associazioni coinvolte avevano richiesto e ottenuto rimborsi. La guardia di finanza ha controllato 38.800 bolle di servizio relative al periodo 1 gennaio 2011- 30 giugno 2013 e installato sistemi di gps sulle ambulanze per verificare i percorsi effettuati. La truffa è ai danni dell’Asl di Brescia e del servizio sanitario regionale: secondo la Procura è stata posta in essere a vantaggio degli enti coinvolti.

Ti potrebbero interessare anche:

PUGLIA/ "Pronto Soccorso in tilt per colpa dei tagli, Guardia medica e 118 non c'entrano"
In un ospedale di Napoli mancano le garze, interventi sospesi
Vacanza di solidarietà in Calabria per 22 bambini malati
Cento milioni di risparmi con medicina di genere e personalizzata?
Giallo a Palermo per la morte di un giovane, la Procura indaga. Sotto accusa il 118?
RAPPORTO ISTAT/ Calano ancora le nascite, aumentano gli anziani attivi. E si va meno in ospedale



wordpress stat