| categoria: Roma e Lazio

Camion bar: Lungoteveree Piramide, ecco le nuove postazioni

Via dall’area del Colosseo e da via dei Fori Imperiali, ma anche dal Pantheon e da piazza di Spagna. Parte, dopo anni di attesa, il piano di spostamento dei camion bar, voluto dall’amministrazione di Ignazio Marino. Entro il 10 luglio queste postazioni mobili di ristoro, insieme ai venditori di souvenir e ai fiorai, dovranno spostarsi dall’area archeologica centrale e dal Tridente per traslocare altrove. Pena la rimozione da parte della forza pubblica. Il primo cittadino, alle prese con una crisi politica infinita e sfiancato da dimissioni eccellenti (ieri l’annuncio del big Improta oggi dell’intero cda del Palaexpo), si concentra sulla «stagione del fare».E rivendica l’importanza «mondiale» di questa complicata scelta «che non riguarda solo la città di Roma – sottolinea – ma la straordinaria immagine di Roma nel pianeta. Oggi confermiamo che Fori Imperiali e area archeologica centrale sono un patrimonio dell’umanità e come tali devono essere trattati. Quando venne a Roma il presidente degli USA Obama entrò in un’area archeologica senza camion bar – ricorda il sindaco di Roma – Noi vogliamo che possano farlo tutti».

Domani il Campidoglio pubblicherà il provvedimento che fissa le nuove dislocazioni dei posteggi. I camion bar (che occupano 22 delle 76 postazioni in ballo) potranno operare a lungotevere Oberdan, lungotevere Testaccio, lungotevere Maresciallo Diaz e via della Piramide Cestia. Quanto ai venditori di souvenir, la destinazione è via di San Gregorio, lato Celio e ci sarebbe già l’ok da parte di una loro importante associazione di categoria. «Le associazioni di camion bar invece hanno avanzato nei giorni scorsi una proposta di autoriduzione del numero della zona – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Pucci – che verrà valutata dal tavolo del decoro composto dalle sovrintendenze». «Con determinazione le zone di maggior pregio saranno libere dalla presenza di attività commerciali ritenuti incompatibili con il decoro», dice Marino. La prima sfida vinta sono stati i camion bar, la seconda «è fare in modo che le aree centrali non diventino terreno fertile per l’abusivismo».

E a tal fine si sta progettando una task force di forze dell’ordine dedicata. «È un sogno che si realizza passo dopo passo» nell’area archeologica centrale, dice Marino. Così, sullo sfondo dei Fori Imperiali senza auto, illuminati in notturna da Storaro e ‘liberì dai camion bar azzarda anche l’invito a Matteo Renzi. Chissà se una passeggiata lontano dalla Roma caotica e sporca, quella oltre i Fori, i due possano suggellare una pax.

Ti potrebbero interessare anche:

Notte di terrore per un tassista, sequestrato e rapinato da due rom
Street control, elevate 70mila sanzioni in cinque mesi. Così poche?
L'Osservatore Romano: «Capitale in stato di abbandono»
Festa del 2 giugno, Centro off limits: chiusi Colosseo, Palatino e Vittoriano
RAGGI, SPIAGGIA HA AVUTO SUCCESSO E AFFLUSSO NOTEVOLE
ATAC: URNE APERTE OGGI FINO ALLE 20 PER REFERENDUM A ROMA



wordpress stat