| categoria: sport

Basket, Sassari conquista la bella: Reggio Emilia si arrende dopo tre supplementari

Uno straordinario Dyson, autore di 8 punti di fila al 3° overtime, nega alla Grissin Bon l’opportunità di laurearsi in anticipo campione d’Italia e trascina Sassari (115-108) alla decisiva gara-7 della finale scudetto, in programma venerdì sera a Reggio Emilia. E’ stata una sfida infinita. Ci sono voluti ben 55′ per spezzare un equilibrio che non voleva davvero rompersi. La formazione di Menetti per due volte, allo scadere del 40′ e al termine del primo supplementare, ha avuto la palla della storica vittoria. Ma in entrambe le occasioni è stata tradita Cinciarini che non ha avuto la necessaria luicidità per centrare il canestro.
Nel primo quarto le due squadre sono molto contratte, ma Dyson con 8 punti e un paio di assist porta Sassari 17-13, preludio al 24-20 conclusivo. Nel secondo quarto parte ancora bene la formazione isolana, che grazie ad un gioco da tre punti di Brooks si porta a + 7, ma gli uomini di Menetti reagiscono alla grande appoggiandosi soprattutto da Dalla Valle che con tre triple consecutiva consente alla Grissin Bon di operare il sorpasso prima del 43-43 dell’intervallo. Al termine del riposo lungo è ancora Sassari a provare l’allungo con la sua prima tripla realizzata da parte di Logan. Si scatena il lituano Kaukenas per Reggio, che con 10 punti nel quarto riesce addirittura a permettere alla sua squadra di mettere il muso in avanti a fine quarto (63-64).
Gli ultimi 10′ sono nuovamente all’insegna dell’equilibrio: Lawal è strepitoso sia a rimbalzo che in attacco, mentre Reggio rimane in partita grazie ad un grande gioco di squadra in grado di mandare a segno un grande Cinciarini, come Silins e Della Valle. A -1’17” una grande palla rubata da Dyson, con successiva schiacciata in contropiede, porta il Banco di Sardegna sul 78-76. La risposta è di Polonara che a 30″ dal termine pareggia. Sassari spreca l’attacco con uno sfondamento e all’ultimo tiro, Cinciarini manda sul ferro la palla del possibile scudetto reggiano, rimandando il verdetto all’over time.
Il primo supplementare vede immediatamente protagonista Amedeo Della Valle, che con due strepitose triple manda in vantaggio i suoi. Strepitoso anche Polonara che a sua volta con una tripla lancia l’allungo, poi concretizzato sul +5 dal contropiede di Kaukenas. Logan con una tripla di tabella accorcia sul -2 e Sassari ha in mano la palla del pareggio con Dyson, che a 2″ dal termine ristabilisce le distanze sul 90-90. Nuovamente Cinciarini ha in mano la palla dello scudetto in penetrazione, ma per la seconda volta consecutiva sbaglia e si giunge quindi al secondo over time.
Secondo tempo supplementare che regala subito un grande slancio ai padroni di casa, che si portano sul +5 con Logan, ma Reggio con i suoi italiani è brava a ricucire e a rimandare il verdetto all’ennesimo supplementare. Al terzo over time Sassari con Dyson si sblocca nel tiro dalla lunga distanza e grazie ai suoi 8 punti consecutivi, con due triple da oltre 8 metri, fa la differenza e rimanda l’assegnazione del tricolore a venerdì sera.

Ti potrebbero interessare anche:

TENNIS/ La Errani non perde un colpo, in finale ad Acapulco
SOCHI/ Si alza il sipario delle gare, agli Usa il primo storico oro
Bari calcio, l'asta va ancora deserta: appello dei giocatori
Tevez e Buffon super la Juve straccia l'Empoli
Dybala resta in panchina, l'Atalanta passa a Palermo
La Juve allunga sul Napoli, per l'Inter è ancora buio



wordpress stat