| categoria: editoriale

Terrore sulla spiaggia delle vacanze. E adesso come ci difendiamo?

Terrore sulla spiaggia delle vacanze. E adesso come ci difendiamo? E’ l’incubo segreto dei responsabili della sicurezza dei paesi occidentali. Si possono blindare i siti strategici, non il mondo intero. I terroristi islamici possono colpire dovunque e in qualsiasi momento. Soprattutto in determinati paesi, come quelli della primavera araba (che si possono così “punire” come la Tunisi) nei quali si possono trovare facilmente appoggi e complicità. L’azione del terrorismo islamico è frammentata, incontrollabile, non c’è difesa e peraltro non si può pensare di rimanere chiusi in casa per salvare la pelle. Ora questo nuovo clamoroso attentato porterà a riempire pagine e pagine di inchiostro, i media si scateneranno per giorni. La reiterazione dell’atto terroristico in Tunisia farà riflettere, così come l’attacco portato al cuore del mondo delle vacanze dei turisti occidentali. Come difendersi per non fare la fine dei topi. Un tempo i servizi internazionali infiltravano le organizzazioni terroristiche, monitoravano determinati fenomeni, oggi è più difficile e complicato. E’ una guerra di nervi e di intelligenza, una guerra oscura, segreta, che fa le sue vittime. C’è una regia, una grande regia, dietro tutto questo? O tutto è affidato al caso, all’imperscrutabile volontà di Allah? Certo non si può mettere in campo una armata internazionale e andare ad attaccare i paesi -canaglia. Perché la realtà è cambiata, perché non si saprebbe dove andare a colpire. Meglio una guerra mediatica, una operazione di convincimento universale fondata su principi positivi e organizzata a livello planetario. L’avversario o lo vinci con la forza o lo convinci con il ragionamento. O lo distruggi o te lo fai amico.

Ti potrebbero interessare anche:

Ebola, Iraq, Gaza, ci aspetta un agosto di fuoco
Napolitano addio, adesso voltiamo pagina in fretta
L'aberrante caso Campania, dove è finito il rottamatore?
Quel senso di precarietà che solo la giustizia riesce a dare
Machiavelli a Palazzo Chigi
Stiamo perdendo il senso della realtà



wordpress stat