| categoria: turismo

In viaggio sulle Orobie, con Van de Sfroos e Simone Moro

Rocce e battelli, sentieri e rifugi, mulattiere e vie d’acqua, formaggi ed emozioni. I ritmi lenti del lago e l’imponenza della montagna per 14 viaggiatori in un percorso di natura e bellezza dalla Val Brembana alla Svizzera passando per il Lario. Dal 9 al 12 luglio torna la terza edizione di “In viaggio sulle Orobie” con Davide Van de Sfroos accompagnato dagli alpinisti Simone Moro e Mario Curnis.
I due a distanza di quattordici anni, ricomporranno la cordata arrivata sulla cima dell’Everest nel 2002 consacrando Curnis come lo scalatore più anziano sul tetto del mondo (all’epoca 65 anni).
Con loro anche la photoreporter Monika Bulaj, Marco Mazzoleni, la skyrunner nepalese Mira Rai, l’artista Italo Chiodi, il video maker e fotografo Baldovino Midali, il musicista Martin Mayes, l’attore Michele Fiocchi, lo chef Michele Sana, l’alpeggiatore Ferdy Quarteroni e il blogger Federico Balzan, scortati dalla guida alpina Giulio Beggio: tutti riuniti per promuovere il tema scelto per l’anno di Expo, “La buona terra”.
Un percorso che scende di quota rispetto alle esperienze precedenti, mantenendo però intatto lo spirito. E cioè, raccontare e valorizzare il territorio attraverso gli occhi di tanti protagonisti diversi: alpinisti, fotografi, cuochi, giornalisti, scrittori e cantautori.
Per stare al passo con i tempi il tour 2015 si fa “social”.
Gli appassionati potranno scoprire in anteprima i dettagli del viaggio e “camminare” sul sito www.orobie.it e sulle pagine Facebook della rivista grazie anche al contributo del blogger Federico Balzan.

Ti potrebbero interessare anche:

Estate, Italia troppo cara rispetto a Grecia e Croazia
Per la notte di san Lorenzo, i desideri si possono avverare il 12 agosto
VITERBO/"Aspettando Santa Rosa" con i Funamboli su Radio Verde
VENEZIA/Carnevale: oggi, per martedì grasso il gran finale
Escursioni slow nel parco del Delta del Po
Da Courmayer a Posada, ecco i 20 paesi più belli d'Italia



wordpress stat