| categoria: In breve

Morto telecineoperatore Rai, indagati 20 medici e infermieri

Venti tra medici ed infermieri, 5 in servizio nell’ospedale San Martino di Genova e 15 in quello di Reggio Calabria, sono stati raggiunti da avviso di garanzia emesso dalla Procura reggina per omicidio colposo nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del cineoperatore della Rai Pino Anfuso. Anfuso, dopo un incidente avvenuto a Genova nei primi giorni del maggio scorso, era stato ricoverato nell’ospedale San Martino. Tornato in Calabria per la convalescenza, l’uomo aveva avuto un malore ed era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Reggio Calabria, dove è morto, dopo tre giorni, alla fine di maggio, in seguito ad un’embolia polmonare. Erano stati i familiari a presentare un esposto chiedendo che la Procura accertasse le cause del decesso.

Ti potrebbero interessare anche:

IL CASO ALDOVRANDI/ La madre chiede che i condannati non restino in polizia
Scandalo sanità a Caserta, undici arresti: coinvolti dirigenti e un consigliere regionale.
Parco della Maddalena, presidente indagato per falso
La caduta del re della marjiuana a New York
Gran Paradiso, dispersi due alpinisti: due squadre impegnate nelle ricerche
Le banche spagnole: via dalla Catalogna se indipendente



wordpress stat