| categoria: primo piano

Atene valuta l’offerta Ue per intesa in extremis

Il primo ministro greco Alexis Tsipras sta riconsiderando l’ultima offerta avanzata dal presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker per una intesa sul debito greco. Lo hanno riferito fondi al quotidiano greco Kathimerini. Secondo il giornale, la pressione causata dalla chiusura delle banche come pure la scadenza del programma di salvataggio, hanno spinto alcuni membri del Governo a premere su Tsipras affinché accetti l’offerta di Juncker. Stando alle fonti, l’ufficio del primo ministro ha già informato la Commissione in merito.

Senza una intesa intanto la Grecia viaggia verso il default: oggi scade il termine per il rimborso di 1,7 miliardi all’Fmi che Atene non intende rispettare e a mezzanotte termina anche il programma di aiuti della troika. La Bce, per la prima volta, non esclude l’uscita della Grecia dall’euro, ipotesi contro cui il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis minaccia il ricorso alla Corte di giustizia Ue. «Se fallisce l’euro fallisce l’Europa», ha detto ieri il cancelliere tedsco, Angela Merkel.

Borse ancora negative intanto oggi dopo il crollo di ieri (lunedì Milano ha chiuso in calo del 5%). Piazza Affari cede circa un punto percentuale. Lo spread fra Btp e Bund, dopo il balzo di ieri, oggi è stabile poco sopra quota 161 punti, poco al di sopra dei 159 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo italiano decennale è pari al 2,38%. Banche chiuse in Grecia fino al 7 luglio.

«La grande folla radunata a Syntagma ci dà la forza. Con calma e compostezza affronteremo minacce e ricatti», ha detto il premier greco Alexis Tsipras nel corso di un’intervista in diretta alla tv pubblica Ert in cui non ha escluso l’addio in caso di vittoria del sì al referendum di domenica sulla proposta dei creditori. «Non sono un uomo per tutte le stagioni», ha detto il premier, quando i giornalisti gli hanno chiesto cosa farà se domenica vincerà il sì.

Se vince il no, «dovremo forse dire addio all’euro», ha poi detto il primo ministro. «I cittadini greci potranno sopravvivere anche senza il programma di aiuti», ha ancora detto il leader di Syriza.

«Non credo che i creditori ci vogliano cacciare dall’Euro. I costi sarebbero enormi», ha sottolineato ancora il premier, sostenendo invece che «vogliono cacciare un governo che ha il sostegno popolare: la loro è una scelta politica».

«La gente ha il diritto di scegliere il proprio futuro», ha insistito Tsipras. «Il popolo farà sentire la sua opinione sulle note questioni: la loro voce sarà ascoltata». «Più forte sarà il fronte del No, più forti saranno le chance di un miglior negoziato dopo il referendum», ha aggiunto.

Il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker ha fatto un’offerta dell’ultimo minuto ad Atene per arrivare ad un accordo entro la mezzanotte di oggi, quando scade il piano di aiuti. Lo riferiscono fonti europee ed elleniche, citate dal quotidiano Kathimerini online. Ma un portavoce ellenico avrebbe già detto che «Alexis Tsipras voterà No domenica».

Secondo le fonti citate dal giornale, se Tsipras accettasse l’offerta, dovrebbe farlo per iscritto entro oggi, in tempo per convocare un Eurogruppo d’emergenza per approvare l’intesa, e dovrebbe impegnarsi a fare campagna per il sì nel referendum. L’offerta di Juncker prevederebbe fra l’altro l’Iva al 13% per gli alberghi e le strutture turistiche, tetto previsto nella proposta greca poi respinta dalla ex Troika, che chiedeva il 23%. Un portavoce greco ha spiegato che la proposta è stata ascoltata «con interesse. Ma Alexis Tsipras voterà No domenica».

La Francia vuole che la Grecia rimanga nella zona euro. È quanto afferma il ministro delle finanze francesi Michel Sapin in un’intervista a Europe 1 radio secondo cui sul referendum indetto dal governo Tsipras «il dibattito deve essere chiaro: il sì avrà delle conseguenze, il no ne avrà delle altre». Sapin ha ribadito come la situazione greca non avrà comunque impatto sulle banche francesi e che i prezzi nelle aste dei titoli di stato di Parigi sono scesi questa settimana.

Ti potrebbero interessare anche:

Slittano le misure sulla Pa, il governo è in confusione
Riad sfida Mosca e Washington, crolla il prezzo del greggio
Trapani, tangenti sui traghetti, arrestato candidato sindaco, indagati Crocetta e il sottosegretario...
Inferno di fuoco in Portogallo, boschi in fiamme, almeno 61 morti
SVOLTA/ M5S sceglie Fraccaro per la Camera, ticket con Casellati (Fi)?
Conte: "Rischio calcolato per ripartire"



wordpress stat