| categoria: sanità Lazio

Sanità privata verso lo sciopero generale

La sanità privata verso lo sciopero generale. «Non è andato a buon fine il tentativo di conciliazione in prefettura sulla crisi che pervade la sanità privata». Lo scrivono i segretari generali Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Roma e Lazio, Natale Di Cola, Roberto Chierchia, e Sandro Bernardini. Si è concluso infatti con un nulla di fatto il confronto tra Cgil, Cisl e Uil e le associazioni datoriali Aiop e Aris del Lazio. «Visto anche il totale silenzio della Regione che in questi mesi è stata più volte sollecitata a risolvere in maniera radicale le problematiche che investono il settore ora – proseguono i sindacati – oltre alle grandi crisi di importanti gruppi, alle ricorrenti procedure di licenziamenti collettivi praticati dalle strutture ed il ricorso al dumping contrattuale, si aggiunge la tegola del dimezzamento degli stipendi ai dipendenti delle Rsa già oggetto nel recente passato di applicazione di contratti con tabellari abbattuti del 305». I comuni – sottolineano i sindacati – non pagano le loro quote per i 7.700 posti letto Rsa accreditati in Regione Lazio e per i quali sono occupati oltre 12 mila lavoratori in attività di assistenza ad una popolazione appartenente alle fasce deboli – anziani e disabili – di oltre 55.000 utenze interessate. «Ci aspettiamo che la dettagliata esposizione in sede prefettizia – conclude la nota – sull’enorme impatto sociale che tali scelte comporterebbero se concretamente attuate, venga ripresa dalle istituzioni, Prefetto in testa, per una ricerca di soluzioni strutturali e definitive che inchiodino i singoli soggetti alle loro responsabilità».

Ti potrebbero interessare anche:

San Giovanni Addolorata, i sindacati chiedono il ritiro dell'Atto Aziendale
Dal 2014 in farmacia per prenotazioni e ticket sanitari
Meningite, nessun allarme nel Lazio: nel 2016 meno casi del 2015
Laboratori. Inaugurato al Pertini il primo hub, al via la nuova organizzazione
Renato Botti sarà il nuovo direttore generale della Sanità del Lazio.
FONDAZIONE S.LUCIA IRCCS/ "A rischio le cure di alta specialità ai pazienti"



wordpress stat