| categoria: Musica

MUSICA/Da Morricone omaggio a Pasolini, applausi a Roma

Ennio Morricone conferma la sua ‘storia d’amore’ con il pubblico di Roma. Nel concerto che apre la stagione estiva di Santa Cecilia, al compositore romano, sul podio per due ore ininterrotte malgrado i sui 87 anni, la platea dell’Auditorium ha tributato dieci minuti filati di ‘standing ovation’. Applausi che hanno sottolineato quella musica, di film e non solo, che accarezza l’ascoltatore e lo guida, con naturalezza ma anche con ardore, nel sogno di una storia. Una musica che Morricone esegue dirigendo l’orchestra e il coro di Santa Cecilia, entusiasticamente impegnati in esecuzioni di enorme pregio, a conferma del feeling che lega Morricone a Santa Cecilia, di cui il Maestro è accademico. Il concerto si apre con «Meditazione orale», una musica che sottolinea la voce di Pier Paolo Pasolini, legato a Morricone da un lungo sodalizio filmico, che ricostruisce la storia di Roma capitale d’Italia, nel primo centenario. Quindi, arrivano le polifonie e le dissonanze armonicissime della ‘Torre di Babele’ de La Bibbia. La fase mistica finisce qui: poi si parte con le ‘hit’ che identificano tante pellicole da Oscar: da ‘Nuovo cinema Paradiso’ a ‘Mission’; brani che lasciano senza fiato la platea, che quasi non può che esplodere in una lunga standing ovation. Il Maestro è emozionato, e alla fine cede al bis: la musica di ‘Sacco e Vanzetti’ riaccende gli animi e rilancia il battimani. Alla fine il Maestro saluta e se ne va, mentre orchestrali e coristi si abbracciano: felici di essere stati protagonisti di questo spettacolo di musica.

Ti potrebbero interessare anche:

Loredana Bertè svela la cover dell'album che uscirà il primo aprile
Beyoncé compie 35 anni, buon compleanno alla Queen B
Bob Dylan snobba anche incontro Obama-premi Nobel Usa
Ronnie Wood rivela: "Dopo la scoperta del cancro pensavo che era arrivato il momento di dire ad...
PISTOIA BLUES FESTIVAL 2018/ Si parte il 10 luglio con l’anteprima di ALANIS MORISSETTE
MUSICA: QUINCY JONES, PER ME IL JAZZ È SINONIMO LIBERTÀ



wordpress stat