| categoria: spettacoli & gossip

Insultò Fede, il “disturbatore” Paolini prescritto in appello

È stato prosciolto nel processo d’appello per prescrizione del reato il ‘disturbatore tv’ Gabriele Paolini, noto per le sue apparizioni e ‘interferenze’ durante i telegiornali, che in primo grado era stato condannato dal Tribunale di Milano a 6 mesi di reclusione per diffamazione a mezzo stampa per avere insultato Emilio Fede, gridandogli «cornuto». L’episodio risale al 22 giugno 2006, quando durante un collegamento in diretta televisiva del Tg4 Paolini si presentò alle spalle del giornalista Alfredo Macchi, che stava parlando, e lanciò alcuni insulti nei confronti del direttore Emilio Fede, che era in studio a Milano. Il 2 dicembre 2008 Paolini era stato quindi condannato a sei mesi di carcere e a risarcire i danni per 10 mila euro. Oggi, nel processo d’appello, è arrivata la sentenza di non luogo a procedere per prescrizione del reato. Paolini, che era presente in aula assieme a sua madre, difeso dall’avvocato Lorenzo La Marca, è attualmente agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico con l’accusa di avere abusato di cinque ragazzini adescati tramite internet.

Ti potrebbero interessare anche:

MUSICA/In Italia arrivano in Dam, band arabo-israeliana
Al Bano e Romina a Mosca nel concerto-reunion
Ligabue torna in radio, un'ora martedì su RTL 102,5
Elisa, doppio platino per il singolo "L'anima vola"
Beyoncè incasso otto nomination per MTV Video Music Awards
CINEMA/ Revenant, DiCaprio pronto a tutto per l'Oscar



wordpress stat