| categoria: Senza categoria

Marino: «disagi in metropolitana perché ho preteso che i macchinisti timbrino il cartellino»

«Oggi ed è accaduto anche nelle giornate passate -dice Marino- c’è stato un servizio molto scadente sulle nostre metropolitane che ha danneggiato la vita delle romane, dei romani e dei tanti turisti che vengono nella nostra bella città ogni giorno. Io temo che si tratti di comportamenti individuali di singoli macchinisti, che danneggiano con il loro comportamento l’immagine dell’azienda e la vita delle persone». E la responsabilità per Ignazio Marino è precisa: «Questo probabilmente, accade perché ho preteso che da poche settimane i macchinisti della metropolitana timbrino il cartellino in entrata e in uscita, così come fanno tutte le persone che nella nostra città vanno a lavoro la mattina e tornano a casa la sera. Per questo ho chiesto al dottor Micheli, nuovo direttore generale dell’Atac, di mettere in moto gli strumenti necessari per scoprire la verità. Abbiamo il diritto di avere una metropolitana che funziona e trovo inaccettabile che a Milano i macchinisti guidino 1100 ore l’anno e a Roma poco più di 700». ”Non stiamo facendo nessuno sciopero bianco, semplicemente i macchinisti dell’azienda del trasporto pubblico di Roma, hanno smesso di fare straordinari”. Risponde Micaela Quintavalle, presidente del sindacato Cambia-Menti M410, alle accuse lanciate dal sindaco Marino ai conducenti Atac, dopo i disagi dei giorni scorsi sulle linee della metropolitana della città. ”Il disegno è macabro, vogliono che la cittadinanza cambi opionione su noi per poter privatizzare un servizio”

Ti potrebbero interessare anche:

Cerca cameriera che parli veneto, candidate da tutta Italia
Balotelli torna in Inghilterra (Liverpool) e il Milan ha 20 milioni da investire
Civita Castellana, alla scoperta del distretto ceramico
Gli Usa pronti a depennare Cuba dalla lista nera del terrorismo
Focene, rimossi relitti di barche abbandonate in spiaggia
IL PUNTO/ Sorpresa, il Giubileo dà segni di vita



wordpress stat