| categoria: Roma e Lazio

Busta con proiettile calibro 38 a Marino: è la terza intimidazione

Nuova missiva intimidatoria indirizzata al sindaco di Roma Ignazio Marino. La busta, contenente un bossolo, è stata intercettata dagli agenti della polizia di Stato presso il centro di smistamento postale di Fiumicino. A quanto si è appreso, vengono indicati come mittenti Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, due degli indagati nell’ambito dell’inchiesta Mafia Capitale. Sulla vicenda indaga la Polaria. La busta, a quanto si è appreso, è giunta in giornata presso il centro di smistamento postale di Fiumicino. All’interno un bossolo calibro 38 e una lettera con minacce e ingiurie. Si tratta della terza intimidazione giunta negli ultimi tempi contro il primo cittadino. In precedenza, il 24 giugno sempre a Fiumicino era stata intercettata una busta con un bossolo e una lettera di minacce.
In seguito, il primo luglio nei pressi dell’abitazione di Marino era stato trovato un piccione morto con un foro di proiettile e un bossolo accanto. Il calibro 38 è un calibro insolito. O meglio, un caibro divenuto tristemente famoso per essere utilizzato negli anni 70 dalle Brigate Rosse

Ti potrebbero interessare anche:

Qualcosa si muove, sgomberato il mercatino abusivo di Piazzale degli Eroi
METRO C/ I sindacati occupano la sala del Carroccio in Campidoglio
Metro C, l'11 ottobre apre la prima tratta. Ma la strada è ancora in salita
Roma, targhe alterne lunedì 1 e martedì 2 febbraio
Acilia, esplode una palazzina. Morte una bambina di otto anni e la madre
DIETRO I FATTI/ Disastro Roma, rifiuti, topi e l'nsulso balletto sulle responsabilità



wordpress stat