| categoria: Roma e Lazio

Campidoglio, sulla toponomastica nessuna cancellazione di numeri romani

“Nessuna rinuncia ai numeri romani, nessuna targa di travertino cambiata nelle strade e nelle piazze della città, via Paolo V continuerà a chiamarsi come si è sempre chiamata (e scritta). La delibera adottata dal Roma Capitale, per iniziativa del dipartimento della toponomastica, riguarda esclusivamente l’adeguamento (voluto da una legge nazionale e quindi non eludibile) dei nomi delle strade e delle piazze inseriti nelle banche dati degli indirizzi. La necessità manifestata dall’Istat è semplicemente quella di avere una grafia uniforme in tutto il paese e immediatamente leggibile nelle banche dati elettronici secondo la quale ai numeri romani viene sostituita una dizione con la scritta per esteso. Allo stesso modo andranno scritti interamente alcune parti dei nomi sino a ieri siglate (S. per Santo, SS. Per Santi). Una semplice operazione di uniformità formale che rende più semplici molti dei servizi oggi assicurati attraverso le banche dati (dalla bollettazione alle indicazioni stradali). Non c’è la più piccola intenzione di modificare una scrittura che è il retaggio culturale della lingua latina in quella italiana (come nelle altre lingue neolatine), per altro l’indicazione dei numeri ordinali con la numerazione latina è invalsa anche in molte altre lingue di ceppi diversi”. Lo comunica in una nota il Campidoglio.

Ti potrebbero interessare anche:

Marino il duro, decapita l'ufficio tecnico del municipio di Ostia. Rapporti con la mala
Non finisce più, adesso anche saltano fuori i "pass" scaduti sulle auto dei dipendenti
Mafia Capitale, Boschi: "Marino onesto ma non basta. Se necessario scioglimento procederemo&quo...
Scontrino-gate, l'avvocato di Marino chiede l'archiviazione immediata alla Procura
IL PUNTO/ E'count down per il Giubileo, sfida per Tronca e "dream team"
IL PUNTO/ Zingaretti e le sue responsabilità negli abusi sui disabili del centro di Grottaferrata



wordpress stat