| categoria: sport

Fiorentina chic batte i campioni del Barcellona

Non capita tutti i giorni di sfidare i campioni di Spagna e d’Europa. Soprattutto di batterli anche se privi di Messi e Neymar, Mascherano e Dani Alves, anche se è solo calcio d’estate e per questo non deve illudere. Succede alla Fiorentina di Paulo Sousa che supera per 2-1 i catalani nella terza gara dell’International Champions Cup: a segno per i viola Bernardeschi e Ilicic che hanno sbloccato il match nei primi 12′, in gol per il Barcellona Luis Suarez. Paulo Sousa bagna dunque nel migliore dei modi il suo esordio al Franchi anche se molto in questa Fiorentina c’è ancora da fare (anche sul mercato). Intanto però si prende gli applausi di una città che ha cercato da subito di reagire dopo il violento nubifragio di ieri sera. Ovazione anche per Luis Enrique e i suoi giocatori reduci dal triplete: centrocampo formato da Rakitic, Busquets e Iniesta (poi uscito nell?intervallo dopo una botta), difesa con Piquè e Jordi Alba, attacco con Luis Suarez sostenuto da Sergi Roberto e Pedro. Ma è stata la Fiorentina a passare per prima, dopo soli 4′, con un colpo di testa di Bernardeschi fresco di prolungamento e maglia n.10 sulle spalle, su assist di Borja Valero dopo un tunnel a Busquets. Il giovane talento ha formato il tridente con Joaquin e Babacar e proprio l’esperto spagnolo ha imbeccato poco dopo Ilicic per il raddoppio. A quel punto il Barcellona, colto alla sprovvista, ha alzato il ritmo mettendo sotto torchio la difesa avversaria e riuscendo ad accorciare con Suarez lanciato a rete da uno splendido passaggio al volo di Rakitic. I catalani sono andati vicino al gol in altre occasioni ma pure la Fiorentina ha creato qualche pericolo. Intanto la curva Fiesole lanciava un coro per i Della Valle invitandoli a spendere e acclamava Rossi che aveva giocato l’ultima volta al Franchi il 18 maggio 2014. Pepito è entrato a inizio ripresa insieme a Mario Suarez, al debutto a Firenze, e subito ha sfiorato il gol in un paio di occasioni. Mentre Tatarusanu riusciva a fermare gli affondi spagnoli e a blindare i successo. Ad applaudire i nuovi compagni, in tribuna dove erano presenti fra gli altri Andrea Della Valle e Luciano Spalletti, gli acquisti Davide Astori e Gilberto che domani effettueranno visite e firme prima di iniziare la nuova avventura.

Ti potrebbero interessare anche:

La Juve torna da sola in vetta con Pirlo e Morata
La Roma agguanta il pari al 93'. Con il Sassuolo è 2-2
Atletico Madrid ko 2-1 a Monaco col Bayern ma va in finale
INTER NON MOLLA LA CHAMPIONS, POKER ALL'UDINESE
STADI SMONTABILI E TENDE-HOTEL, QATAR VERSO MONDIALI
Wimbledon a rischio, verso estate senza tennis



wordpress stat