| categoria: In breve, Latina, sanità Lazio

Vietato morire al Goretti di Latina, non c’è posto nelle frigorifere della camera mortuaria

Accade anche questo nella sanità pontina. All’ospedale “Santa Maria Goretti”è sostanzialmente vietato morire. Le celle frigorifere della camera mortuaria, infatti, sono tutte piene. L’ultima è stata occupata da un uomo deceduto in rianimazione, dopo essere stato trasferito dal Sant’Eugenio di Roma perché non c’era posto. I parenti dell’uomo non si trovano, sembra si tratti di un senza fissa dimora, e quindi non è possibile procedere al funerale. Un’altra delle celle è occupata da quattro mesi da un indiano del quale non è stato ancora possibile svolgere le esequie, mentre nelle altre due ci sono salme ancora a disposizione dell’autorità giudiziaria. In caso di morte per incidente o comunque per vicende nelle quali serve l’intervento dell’autorità giudiziaria la camera mortuaria è inutilizzabile. E’ fuori uso anche quella del cimitero di Latina, dove i frigoriferi non funzionano da tempo.

Ti potrebbero interessare anche:

Università, oltre 79mila gli studenti stranieri
Fisco, scoperte a Treviso maxi evasione e truffa. Sequestri per 4,7 milioni
Ricerca finalizzata, il Ministero della Salute premia venti progetti del S.Lucia
I Nas al Tor des Geants, antidoping per supermaratoneti
Matrimonio nel 2018: 5 consigli per un evento fantastico
Farmaci antiblastici, a Belcolle entra in funzione la nuova unità centralizzata



wordpress stat