| categoria: turismo

Borghi storici, notte di note per ‘salvare’ Trassilico

Rischia di diventare un borgo-fantasma: Trassilico, collocato a 720 metri di altitudine, comune di Gallicano, in provincia di Lucca. Si trova nella Valle del Serchio, in Garfagnana, ha appena 78 abitanti, quasi tutti anziani. A questi si sommano molti pisani, lucchesi, fiorentini, ma anche austriaci, inglesi, statunitensi che che vi soggiornano durante i week end.

Qui l’associazione paesana, per non far morire il piccolo paese, ha organizzato un evento nella Rocca degli Estensi con Graziano Polidori, 64 anni, cantante lirico (ha cantato da basso nei più importanti teatri d’Europa) che ha portato il 1 agosto nel borgo i suoi allievi dell’istituto superiore di studi musicali ‘Mascagni’ di Livorno.

Così la rocca disegnata nel ‘600 dall’architetto Pasio Pasi, è stata il ‘teatro’ dove ascoltare una dozzina di romanze, operette, arie liriche e pezzi classici interpretati dalle soprano Ilaria Casai, Francesca Maionchi e Sara Massai, accompagnate al pianoforte da Ilaria Brunini, in alcuni casi in tandem con Polidori, direttore artistico della serata.

L’impegno, accendendo un faro sulla località, è stato di chiedere attenzione per le sue bellezze artistiche, come la chiesa parrocchiale dedicata ai santi Pietro e Paolo: uno scrigno di tesori, il più importante dei quali è una pala raffigurante la Madonna col Bambino in trono fra i santi Pietro e Paolo, datata 1568 e realizzata da Simone Carretta. Per questo lo storico trassilichino Pietro Rocchi invita direttamente il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, “a visitare il borgo, che ha tutti i requisiti per essere inserito negli itinerari turistici di un’Italia delle piccole comunità al quale egli stesso sta lavorando.

Ti potrebbero interessare anche:

Tariffe bloccate e sconti in hotel e spiagge, così la Liguria batte la crisi
Lecce, palazzi storici, botteghe artigianali e un mare già invitante
Copenhagen Street Food, il mondo a portata di assaggio
Alla scoperta di Aarhus e Pafos, capitali della Cultura
BASSA BAVIERA/ A piedi lungo la Strada Romantica tra boschi e castelli da favola
A Monticchiello in scena il 'mal Comune'



wordpress stat