| categoria: Roma e Lazio

Marino scopre l’acqua calda: «A Roma ottomila nomadi e meno del 20% dei bimbi va a scuola»

«A Roma la percentuale di Rom, Sinti e Camminanti è molto elevata, superiamo largamente le ottomila presenze. Sono d’accordo che si debba superare il sistema dei campi, ma la maggioranza della popolazione romana ha una fortissima resistenza ad offrire loro la possibilità di avere case popolari». Così il sindaco Ignazio Marino alla Camera durante l’audizione in Commissione parlamentare di inchiesta sui centri per migranti. «Riusciamo a portare a scuola il 50 per cento dei bambini dei campi con i pulmini del Comune – ha detto Marino -, ma meno del 20 per cento frequentano regolarmente». «È una sfida culturale che il sindaco e la Giunta non possono vincere da soli – ha aggiunto -. I campi temporanei sono lì da 20 anni e sono raddoppiati».Il sindaco di Roma ha fatto notare che «A Roma c’è un sovraffollamento» di immigrati e rifugiati, «è la seconda città d’Italia per l’accoglienza, ma non può accogliere il 18-20 per cento delle persone che arrivano nel nostro Paese. Non abbiamo le risorse. Ho sollevato i miei timori per i migranti che vengono da luoghi dove proliferano ceppi della tubercolosi resistenti agli antibiotici. Sono stato rassicurato perchè ci sono cinque livelli di controlli».Anche l’assessore alle Politiche sociali, Francesca Danese ha ribadito che «Roma non ce la fa più ad accogliere numeri alti e deve assolutamente svuotare queste strutture e lavorare sull’integrazione

Ti potrebbero interessare anche:

Frase choc all'alunna ebrea:"Ad Auschwitz saresti stata attenta". E scoppia il caso
Tar Lazio sospende revoca sindacale su nomine CdA Assicurazioni di Roma
ATAC/ Sindacati: 'Roma Capitale ha confermato la gestione in house fino al 2019'
Gli abusivi vendono frutta nelle ore di mercato, rivolta dei commercianti a Campo de'fiori
Sel assedia Marino e il vicesindaco: la Giunta cambi
Feci di topo in locali Movida di Trastevere



wordpress stat