| categoria: turismo

Estate sicura in montagna, ecco il vademecum per escursioni e picnic

L’estate è la stagione di vacanza per eccellenza. Giorni da passare al mare, oppure da sfruttare per un breve pic-nic nel verde o per escursioni in montagna. Per tutti quelli che cercheranno un contatto con la natura, ecco alcuni consigli del Corpo Forestale dello Stato per non avere problemi durante le escursioni. Prima di programmare un’uscita consultare sempre i bollettini meteonivologici sul sito www.meteomont.org, un importante sistema di monitoraggio della montagna aggiornato 24 ore su 24; programmare percorsi in base alle proprie capacità tecniche, di allenamento e al tempo che si ha a disposizione per tornare indietro; dotarsi di attrezzature idonee e curare l’abbigliamento che deve essere comodo/sportivo, con calzature adeguate come scarpe da trekking. In caso di escursione lunga, portare con sé cibo e acqua per non incorrere in calo di zuccheri e malesseri dovuti alla fame; prima di iniziare l’escursione, accertarsi che il cellulare sia carico e memorizzare i numeri di soccorso sanitario 118 e quello del Corpo forestale 1515.

Se non si è pratici del posto, il Corpo Forestale consiglia di affidarsi a guide esperte oppure studiare l’orografia del territorio; munirsi di carte dei sentieri che si intendono percorrere, reperibili gratuitamente presso le Proloco o nelle Agenzie turistiche; lasciare detto dove si va a chi resta alla base, per accelerare in caso di bisogno, le attività di soccorso. Inoltre, è importante individuare lungo il percorso punti di riferimento importanti per l’orientamento; in caso di maltempo non sostare in prossimità di alberi o di pietre ed oggetti acuminati che potrebbero agire da parafulmine, ma tenersi ad una distanza di 200-300 metri. Meglio trovare riparo presso anfratti e grotte. Èconsigliabile accendere fuochi solo dove esistono aree appositamente attrezzate e ricordiamo che, in ogni caso, ogni fuoco è un potenziale pericolo per tutte le aree verdi; non sostare sui prati con le automobili e rimanere su percorsi asfaltati; rispettare l’ambiente non gettando carte o rifiuti dopo il pic-nic

Ti potrebbero interessare anche:

Abruzzo, quelle riserve naturali poco conosciute
Firenze, per la Notte Bianca gli Uffizi aperti fino a mezzanotte
Dall'ocra al miele, ecco i veri colori del Colosseo
Turismo accessibile. c'è una guida multimediale targata Lega del filo d'oro
NATALE/ Firenze, si va verso il tutto esaurito nel ristoranti
Case sull'albero e cammini, 10 mete di turismo sostenibile



wordpress stat