| categoria: Roma e Lazio

Buche, più di duemila incidenti in sei mesi, la procura indaga

Troppe buche. Quindi troppi incidenti. I romani che si spostano su due e quattro ruote conoscono bene l’equazione. E anche usando la massima attenzione non riescono a evitare le trappole dell’asfalto. Piccoli e insidiosi crateri, fosse, avvallamenti, dossi improvvisati, squarci rattoppati e tombini divelti. E i numeri danno loro ragione: in cinque mesi, da gennaio a maggio, sono state catalogate 2.298 di buche. Di più: 2.101 tra scooteristi e automobilisti (più decine di passanti) sono finiti in ospedale o hanno riportato danni seri ai mezzi per colpa di quegli avvallamenti che per incuria della pubblica amministrazione continuano a rimanere al centro o ai lati della sede stradale. La procura, allertata dal Codacons, ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omissione di atti d’ufficio. Le ditte di manutenzione pagate dal Campidoglio lavorano come dovrebbero? I funzionari comunali addetti al controllo, verificano che i lavori siano eseguiti a regola d’arte? Ieri l’assessore Maurizio Pucci ha fatto sapere che «le responsabilità della situazione trovata non sono nostre e sollecitiamo la procura a indagare» e che «qualora dovesse emergere anche dalle nostre indagini che le ditte hanno fatto male i lavori di rifacimento dell’asfalto in determinati cantieri, noi non le pagheremmo e le chiameremmo a rifare l’intervento». Tuttavia il pm Barborini intende scoprire se c’è anche responsabilità penale per lo stato in cui si trovano le strade della capitale e ha delegato le indagini alla sezione di polizia giudiziaria della Polizia Locale interna a Piazzale Clodio.

Ti potrebbero interessare anche:

Povero Marino, con il concorsone finisce nei guai. Il Pdl lo denuncia per procurato allarme
AFFAIRE RIFIUTI/ Trovata "cimice" alla Abecol vicino alla stanza di Fegatelli
SALARIO ACCESSORIO/ I comunales incontrano il sindaco ma lo stato d'agitazione resta
Marino:con i consigli del Pd ora sarei in cella
Legionella al S.Alessio? Nessuno smentisce
Tranquilli, a Roma ci pensa Giggino



wordpress stat