| categoria: attualità

Coppia acido, la difesa di Martina insiste: deve stare con il figlio

Ora la richiesta e’ ufficiale: Martina Levato, condannata a 14 anni per avere aggredito con l’acido l’ex fidanzato, deve essere trasferita insiema al suo bimbo all’Icam, Istituto di custodia per madri detenute con figli. È la richiesta principale avanzata dagli avvocati Stefano De Cesare e Laura Cossar, nell’istanza depositata stamani al tribunale per i minorenni che dovrà decidere sul collocamento del minore. In subordine la difesa chiede il trasferimento in una comunità di don Mazzi. Per la difesa la ragazza deve poter allattare. Oggi la ragazza e il neonato sono ancora alla clinica Mangiagalli dove la giovane può vedere il figlio tutti i giorni per poco più di mezzora, mentre l’allattamento avviene per via indiretta. Non si sa ancora se la decisione dei giudici minorili sul collocamento del bimbo dopo la dimissione dalla clinica verrà presa oggi.

Ti potrebbero interessare anche:

Truffa e falso, 21 a giudizio. Anche il senatore Crisafulli
VATICANO/ Monito della Segreteria di Stato, in atto tentativi di condizionare il conclave
Don Luca, "prete biker", perde la patente per due birre
La Grecia in piazza con Tsipras, contro Bce-Merkel
Corte Costituzionale, i figli possono avere il cognome della madre
Londra, brucia Camden Market paura tra i residenti: gravi danni



wordpress stat