| categoria: sport

MILAN/ Mihajlovic, non firmo per il terzo posto

Sinisa Mihajlovic non vuole accontentarsi del terzo posto e lo conferma forte e chiaro durante la conferenza stampa alla vigilia della gara di domani sera al Franchi contro la Fiorentina: «C’è tutta la stagione davanti – afferma il tecnico rossonero -, ora non firmerei per il terzo posto. Ci sono squadre che hanno il diritto di sognare a vincere ma noi siamo il Milan e abbiamo il dovere di vincere. Non sarà facile però, tante concorrenti per l’Europa si sono rinforzate ma noi abbiamo uno degli attacchi più forti del campionato». Mihajlovic a Firenze ha allenato un anno e mezzo ma non ha desiderio di rivalsa da ex: «Ho grande rispetto per la Fiorentina – confida il serbo -, per la tifoseria e la famiglia Della Valle: è stato un periodo difficile ma molto formativo per la mia professione. Ora per me esistono solo avversari da battere». Il tecnico svela poi di aver ricevuto una telefonata da Arrigo Sacchi: «Mi ha ricordato che anche la sua avventura iniziò al Franchi. Lui perse, io spero di fare meglio. So che i grandi risultati ottenuti dal Milan sono arrivati attraverso il bel gioco, noi non saremo da meno. I risultati però non arrivano se una squadra non è aggressiva e organizzata». Mihajlovic aspetta rinforzi («La società sa quel che serve, non parlo di giocatori che non fanno parte della rosa») ma per ora il centrocampista non arriva. Si è infatti concluso con un nulla di fatto il vertice tra Galliani e Ferrero a Forte dei Marmi per Soriano che domani infatti, come confermato da Walter Zenga, giocherà titolare contro il Carpi e con la fascia di capitano al braccio. Tra l’offerta del Milan e le richieste della Sampdoria c’è ancora una forbice di un paio di milioni: «Non c’è niente di fatto – l’appunto dell’ad rossonero prima di pranzo -, siamo ancora lontanissimi». Le parti si sono aggiornate a lunedì a Milano. Per Mihajlovic pochi dubbi di formazione che non si scosterà da quella schierata con il Perugia in Coppa Italia con De Jong preferito a Montolivo in cabina di regia. Proprio i due senatori erano al fianco del tecnico e hanno voluto dire la loro sulla stagione che verrà. «Quest’anno siamo più forti che in passato, saremo più competitivi – le parole dell’olandese -. Sono contento di aver firmato il rinnovo di contratto, credo in questo nuovo progetto con un allenatore che ha portato una filosofia diversa». Montolivo invece ha parlato del suo recupero: «Vengo da un anno difficile in cui ho giocato solo 10 partite e ho subito due interventi chirurgici. Ho voglia di dimostrare il mio valore».

Ti potrebbero interessare anche:

RAZZISMO/ Ribeiro, il baby del Casale insultato a Busto Arsizio diventa un caso
Leonardo chiede alla giornalista Anna Billò di sposarlo in diretta tv
Lippi tra i candidati per la panchina della Nazionale cinese
Solo pari a Cesena, la Juve di Allegri non convince
Sampdoria, aspettando Eto'o scoppia il caso Okaka
Europa League: Fiorentina Borussia Moench 2-4. Viola avanti 2-0 poi eliminata dai tedeschi



wordpress stat