| categoria: sport

Atletica, Mondiali: Bolt resta il re dei 100

Il re resta lui. L’uomo più veloce del mondo è ancora Usain Bolt. A capo di una stagione non facile il giamaicano ritrova lo smalto dei giorni migliori vincendo l’oro ai mondiali di Pechino. In una finale attesissima per le difficoltà incontrate finora dal detentore del record del mondo, Bolt si è imposto in 9”79 battendo Justin Gatlin. Lo statunitense, che partiva con i favori del pronostico (suo il miglior crono in stagione, 9”74), ha chiuso al secondo posto con il tempo di 9”80. Terzo posto ex aequo per il canadese Andre De Grasse e per l’americano Travyon Bromell (9”92).

Dove ha vinto Bolt nell’unica volta in cui probabilmente i favori del pronostico non erano per lui? Il suo punto forte del giamaicano è stata la tranquillità. Prima della gara ha scherzato col pubblico, mentre Gatlin è apparso più teso. Come era prevedibile l’americano è partito meglio, ma non tanto quanto era lecito immaginare. Bolt ha azzeccato la partenza, ai 50 metri era dietro al rivale, ma sul sul lanciato ha recuperato fino ad affiancare Gatlin. Lo statunitense a quel punto ha sentito la pressione del più forte, si è scomposto tuffandosi in avanti con anticipo e venendo battuto.

“E’ stata una stagione lunga, ritornavo da infortuni e volevo essere veloce. L’ho fatto qui, sono ancora il vincitore” ha detto Bolt che ha ricevuto i complimenti di Gatlin. “Mi sento bene, sono contento di essere qui rappresentare per il mio paese. Volevo vincere ma Usain è stato grande”. Grazie a questa vittoria Bolt diventa l’atleta più medagliato (11 podi, uno in più di Carl Lewis) e con più titoli (9) nella storia dei mondiali. Ora appuntamento a martedì per le batterie dei 200 metri: sarà ancora Bolt contro Gatlin.
MARTELLO, BIS PER FAJDEK – Il re del lancio del martello è sempre Pawel Fajdek. Il 26enne polacco, vincitore nel 2013 a Mosca, si è confermato campione del mondo lanciando due volte oltre gli 80 metri, vincendo con la misura di 80,88. Argento per Dilshod Nazarov (Tagikistan, 78,55), Polonia protagonista anche con Wojciech Nowicki (anche lui 78,55), medaglia di bronzo.

LE ALTRE MEDAGLIE – Joe Kovacs ha ottenuto l’oro nel getto del peso ai. Lo statunitense, con la distanza di 21,93, ha preceduto il tedesco David Storl (21,74) e il giamaicano O’Dayne Richards, sorprendente bronzo con 21,69. Per quanto riguarda le donne, Jessica Ennis-Hill ha vinto la medaglia d’oro dell’eptathlon. La britannica, olimpionica di Londra 2012, si è classificata prima davanti alla canadese Brianne Theisen-Eaton (argento) e la lettone Laura Ikauniece-Admidina (bronzo).

Ti potrebbero interessare anche:

Per il Milan addio all'Europa, il sogno dura pochi minuti
Il Milan di Inzaghi le prende anche dal Liverpool. Per fortuna il tour in Usa è finito
Townsend risponde a Pellè, Italia-Inghilterra 1-1
Poker della Roma e Palermo ko
Bebe veneziana dell'anno. "Porterò il leone di Venezia in spalla a Rio"
ROMA-BOLOGNA 2-1, IN RETE KOLAROV E FAZIO



wordpress stat