| categoria: sport

F1, Vettel furioso: “Quella gomma esplosa: 200 metri prima mi sarei ammazzato”

“Se la gomma scoppiava 200 metri prima ora non stavo qui a parlare”: Vettel è furioso per il suo incidente. E parla chiaro: “Mi sarei schiantato a 300 all’ora sulle barriere. Qualcuno mi deve spiegare cosa diavolo è successo. La gomma andava bene, ma non si è usurata, è esplosa di colpo: è successo qualcosa di inaccettabile. Non ho forato, è la gomma che è esplosa”.
“Una cosa è l’ aspetto in gara e meritavamo il terzo posto, ma le gare sono così. Oggi poteva succedere qualsiasi cosa, ma è successo qualcosa di inaccettabile come venerdì”, ha aggiunto il tedesco della Ferrari. “Fosse successo qualche metro prima sarei finito contro le barriere all’Eau Rouge. Non c’è spiegazione per quello che è successo. E’ una cosa che non dovrebbe succedere”, ha aggiunto. Interrogato se si attende risposte dalla Pirelli, Vettel ha replicato duro: “E’ meglio che non dica nulla”.

Arrivabene amareggiato – “C’è grande rammarico per Seb perché ce l’avrebbe fatta. E’ difficile fare un commento nel momento in cui sei sul podio e per una scemenza, una foratura, ti ritrovi improvvisamente giù”. Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, non nasconde la delusione dopo il ritiro di Sebastian Vettel a pochi chilometri della bandiera a scacchi del Gp del Belgio.
Il tedesco era terzo quando la sua gara è finita: “Stava facendo un capolavoro lui e, pensando da dove era partito, lo ha fatto anche Kimi. Ma quando arrivi in quelle posizioni lì non sei mai soddisfatto”, dice Arrivabene soffermandosi anche sulla bella rimonta di Raikkonen, da sedicesimo a settimo. “E’ andata così, bisogna andare avanti”, taglia corto il team principal della ‘rossa’.

Hamilton: “Vittoria incredibile” – “E’ stata una giornata incredibile, con un pubblico fantastico, grazie mille a tutti”. Così Lewis Hamilton commenta con soddisfazione dal podio la vittoria nel Gran Premio del Belgio di F1. Intervistato dall’ex pilota David Coulthard, il pilota della Mercedes ha aggiunto: “Tutto il weekend è stato fantastico, con un lavoro incredibile del team. Oggi è stato un sogno”. “L’unica preoccupazione è stata dopo la safety car, Nico (Rosberg, ndr) ha recuperato qualche secondo perchè aveva un buon passo. Ma sono riuscito a rispondere, a risparmiare le gomme. Poi nel finale sono stato molto cauto e sempre in controllo. Volevo tradurre in vittoria la pole, ce l’ho fatta”, ha concluso Hamilton.

Rosberg ammette l’errore – “Ho fatto un pasticcio in partenza, è stato fastidioso perchè eravamo entambi al limite”. Così Nico Rosberg commenta dal podio il suo secondo posto nel Gran Premio del Belgio di F1. “La macchina era fantastica, grazie al team. Lewis è stato grandioso e ha meritato di vincere”, ha aggiunto. Infine una rivelazione: “Ora andrò via subito, aspettiamo il nostro primo figlio ed ogni momento è buono. Sono molto emozionato”.

Ti potrebbero interessare anche:

Basket: Italia torna a vincere, batte Spagna 86-81
CALCIO/Lazio senza difesa, 3-3 a Sofia e addio Europa
L'Inter piega il Chievo, e Mancini torna a sorridere
Super Nibali, il Giro è tutto suo
FOCUS/ Platini orgoglio e rabbia: non ho sbagliato
Bonucci è del Milan . Contratto da 7,5 milioni a stagione



wordpress stat